Indonesia rispedisce in Australia rifiuti di carta: dentro le balle altri tipi di scarto

Le autorità doganali vi hanno trovato bottiglie, imballaggi e fogli di plastica, barattoli, pannolini usati e rifiuti elettronici.  Gli articoli saranno riesportati.”Questo è necessario per proteggere il pubblico e l’ambiente” dice il ministro dell’Ambiente

immagine di rifiuti in carta e cartoni

210 tonnellate di rifiuti contaminati in otto container arrivati il mese scorso in Indonesia dall’Australia e che avrebbero dovuto contenere solo carta e cartone da riciclare. Le autorità doganali vi hanno trovato bottiglie, imballaggi e fogli di plastica, barattoli, pannolini usati e rifiuti elettronici, mescolati con balle di carta e cartone. In seguito alle ispezioni, il ministero indonesiano dell’Ambiente ha raccomandato che “gli articoli siano riesportati”,.”Questo è necessario per proteggere il pubblico e l’ambiente da rifiuti pericolosi e tossici”, aggiunge.

L’Indonesia aveva comunicato la settimana scorsa di aver rispedito al mittente 49 container di rifiuti in Francia e in altri paesi sviluppati. La decisione della Cina nel gennaio 2018 di mettere al bando importazioni rifiuti plastici ha gettato nel caos i processi globali di riciclaggio, lasciando i Paesi sviluppati in difficoltà nel trovare destinazioni per i propri rifiuti. Grandi quantità sono state quindi dirette a paesi del Sud-Est asiatico, dove però cresce l’opposizione a trattare rifiuti provenienti da altri Paesi.