giovedì 23 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Il Mediterraneo si sta trasformando in un hotspot di incendi

In Turchia e in Italia meridionale crescita rapida nelle emissioni e nella intensità dei roghi. Colpiti anche Marocco, Albania, Grecia, Nord Macedonia e Libano. Gli ultimi dati di Copernicus Atmosphere Monitoring Service

Copernicus Atmosphere Monitoring Service (Cams) sta osservando da settimane l’intensificarsi degli incendi nella regione orientale del Mediterraneo. Dai suoi ultimi rilevamenti risulta che in Turchia e in Italia meridionale si sta registrando una crescita rapida nelle emissioni e nella intensità dei roghi. Una tendenza che sta interessando anche Paesi come Marocco, Albania, Grecia, Nord Macedonia e Libano.

Alcuni incendi stanno divampando in prossimità delle località costiere, costringendo a evacuazioni. Nubi di fumo causate dagli incendi sono visibili anche dalle immagini satellitari nell’area del Bacino del Mediterraneo orientale dalla Turchia Meridionale. Giornalmente, la potenza radiativa di fuoco (Frp) totale per la Turchia ha raggiunto livelli senza precedenti, stando ai valori dell’intero dataset risalente al 2003. Inoltre, gli scienziati di Cams riferiscono che gli incendi boschivi stanno emettendo grandi quantità di fumo inquinante nell’atmosfera. Parallelamente, con il trascorrere dei giorni, anche altri Paesi limitrofi sono sempre più colpiti dagli incendi.

Dalla fine di luglio, diversi incendi si sono verificati come detto anche in Italia, Albania, Marocco, Grecia, Macedonia settentrionale e Libano. In questa vastissima area le ondate di calore stanno intensificando ulteriormente il pericolo di incendi. L’aumento delle temperature predispone infatti particolarmente il terreno alla diffusione di incendi nel caso in cui vengano appiccati. Di fatto, gli incendi non sono dovuti solo a condizioni calde e secche, quanto più da una combinazione di diversi fattori tra cui l’attività dell’uomo.

“Stiamo monitorando da vicino l’intensità degli incendi in Turchia e nell’area del Mediterraneo e gli impatti che questi stanno avendo sull’atmosfera. È particolarmente importante osservare da vicino questi incendi ad alta intensità poiché il fumo che emettono può avere un impatto sulla qualità dell’aria a livello locale e sottovento – ha dichiarato Mark Parrington, Senior Scientist e wildfire expert presso Ecmwf (European Centre for Medium-Range Weather Forecasts) Copernicus Atmosphere Monitoring Service – I nostri dati forniscono informazioni pressoché in tempo reale sull’intensità degli incendi e sugli impatti su scala più ampia, come ad esempio gli effetti che le loro emissioni di fumo hanno sulla qualità dell’aria”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto