giovedì 29 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

In Svizzera i primi test per lo stoccaggio del carbonio: è protesta

Svizzera al primo posto del rapporto Epi

Le sperimentazioni per lo stoccaggio del carbonio continuano e viaggiano di pari passo con i confronti che animano il dibattito riguardanti le scienze ambientali. Per stoccaggio, o cattura, e sequestro, del carbonio si intende la tecnica che prevede il confinamento geologico dell’anidride carbonica (Co2) prodotta negli impianti di combustione, al fine di limitare le emissioni del gas effetto serra. Test per lo stoccaggio – già attivo in alcune aree desertiche e marine – saranno eseguiti in Svizzera tra le rocce del Massiccio del Giura, catena delle Alpi tra Francia, Svizzera e Germania. La particolarità delle sperimentazioni nel paese elvetico riguarda il fatto che per la prima volta saranno eseguite in aree popolate.

La sperimentazione apre a prospettive future sulle azioni che si potranno mettere in campo per limitare il fenomeno del riscaldamento globale: attraverso un pozzo trivellato si proverà a pompare nelle rocce il diossido di carbonio disciolto in acqua salata per verificare eventuali fuoriuscite e contaminazioni delle faglie idriche. Un processo che, ovviamente, ha trovato subito le vive proteste degli ambientalisti preoccupati per l’esito delle sperimentazioni. I riscontri scientifici riguardano le conseguenze che il processo potrebbe avere sul consistente strato di argilla che assicura la roccia calcarea del sito scelto. Mathias Schlegel, portavoce di Greenpeace in Svizzera è tra gli attivisti ambientali maggiormente impegnato nella questione.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Roberto Danovaro: “Per vivere bene sul pianeta abbiamo bisogno dell’oceano sano”

Dal mensile. Professore di Biologia marina e presidente della Stazione zoologica “Anton Dohrn”, spiega perché è importante studiare i mari e quanto resta ancora da fare per tutelare quelli italiani

Scrigno d’acqua

Dal mensile. Biodiversità, cibo, energia, materie prime. I servizi ecosistemici che rendono possibile la vita sulla Terra possono nutrire l’economia del futuro. Se gli ecosistemi marini saranno ben tutelati
Ridimensiona font
Contrasto