lunedì 20 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano spesso certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: “In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi”

A causa del dissesto idrogeologico a Realmonte (Ag) è crollata la “Grotta delle piscine”, denominata “la madonnina”. “Il proprietario dei terreni non sa esattamente quando è avvenuto – racconta Daniele Gucciardo presidente del Circolo di Legambiente Agrigento – Il genio civile è intervenuto per interdire le aree terrestri a rischio crollo”. Questa spiaggia, inibita alla balneazione poiché pericolosa, durante l’estate è presa d’assalto dai diportisti che la invadono. “Il crollo che ha interessato la grotta delle piscine a Realmonte rientra in processi naturali che vengono spesso accelerati dalle azioni antropiche, effettuate nell’entroterra e lungo la costa – spiega Claudia Casa direttrice di Legambiente Sicilia – Nel caso della spiaggia delle piscine di Realmonte, oltre all’azione meteo marina, va segnalata la presenza di piccoli valloni che drenano sulla spiaggia le acque provenienti dal promontorio, intaccando la falesia. È altresì presente una cavità naturale, scavata nella marna argillosa e nella sabbia calcarenitica. Le grotte tendono per loro natura, nel tempo, a progredire ed ingrandirsi anche per crolli successivi che comportano spesso l’innalzamento progressivo della volta.
Va quindi sottolineato che dissesti di questo tipo fanno parte delle naturali evoluzioni delle linee di costa e che gli occasionali crolli forniscono comunque materiale utile per il mantenimento degli arenili stessi; i depositi franosi, lungo le falesie costituiscono bacini di sedimenti che contribuiscono al naturale ripascimento delle spiagge, grazie all’azione delle dinamiche costiere che rielaborano e ridistribuiscono il materiale lungo il litorale”.
Il dissesto verificatosi a Realmonte, ad Ovest del promontorio di Capo Rossello, rientra in fenomeni naturali che interessano spesso tali tipologie di coste, fenomeni che  possono essere accelerati dalle cause antropiche. “In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino – conclude- avremo sempre di più a che fare, lungo tutti i tratti di costa, con tali dissesti”.
Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Parchi eolici italiani, online la prima guida turistica dedicata

Da Rivoli Veronese a Gibellina, undici gli impianti da scoprire con Legambiente attraverso una serie di itinerari tra percorsi ciclabili, borghi, arte e buona cucina diventati laboratori della transizione energetica / Vai alla guida online

Nasce la Rete dei distretti dell’economia civile

Al 5° Festival dell’Economia Civile di Campi Bisenzio annunciata la costituzione di un network di enti e amministrazioni locali in risposta ai bisogni e alle potenzialità dei territori e delle loro comunità

Sicilia Carbon Free: la presentazione del Rapporto Isole Sostenibili

Energia, acqua, economia circolare, mobilità: le sfide per le isole minori italiane tra cambiamenti climatici e pressione turistica. Appuntamento oggi, sabato 18 settembre, alle 9.30 allo Stabilimento Florio di Favignana, oppure in diretta su questa pagina e su La Nuova Ecologia con la seconda tappa di Sicilia Carbon Free

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Parchi eolici italiani, online la prima guida turistica dedicata

Da Rivoli Veronese a Gibellina, undici gli impianti da scoprire con Legambiente attraverso una serie di itinerari tra percorsi ciclabili, borghi, arte e buona cucina diventati laboratori della transizione energetica / Vai alla guida online

Commercio illegale di idrofluorocarburi, disponibile il rapporto ufficiale dell’Environmental Investigation Agency

I gas refrigeranti inquinano come emissioni di gas serra di più di 6,5 milioni di automobili in un anno. E la Romania rimane in silenzio

Attivismo giovanile, arriva lo Youth climate meeting Lazio

Appuntamento a sabato 18 settembre 2021, alle ore 16.00 presso il Parco della Garbatella a Roma

Punta Campanella, nate 82 tartarughe marine sulla spiaggia di Maiori

Con questa schiusa, la conta dei nidi di Caretta caretta in Campania sale a quota 52. Un anno da record storico

I Comuni al centro della pianificazione urbana nella sfida all’emergenza climatica

Se ne parla il 17 settembre a Campi Bisenzio a un convegno organizzato da Legambiente nell'ambito del Festival dell'Economia Civile
Ridimensiona font
Contrasto