In Australia le inondazioni sono in aumento a causa del clima

Lo dice il nuovo rapporto dell’Ipcc. Anche con immediati tagli alle emissioni, il livello del mare crescerà di 30-60 centimetri entro il 2100 in molte zone del mondo / Ipcc: “Oceani sempre più caldi, ghiacciai diminuiti di un terzo”

In Australia le inondazioni aumenteranno

Con tagli immediati alle emissioni di CO2, gli scienziati prevedono un innalzamento del livello del mare dai 30 cm ai 60 cm entro il 2100. Lo dice il nuovo rapporto dell’Ipcc (Intergovernmental panel on climate change), Report on the ocean and cryosphere in a changing climate. Senza i tagli alle emissioni, l’oceano dovrebbe aumentare tra 61 cm e 110 cm. E gli eventi estremi sul mare (come inondazioni) che oggi si verificano una volta ogni 100 anni, accadranno una volta all’anno in molte regioni del mondo entro il 2050.

Gli impatti globali dell’innalzamento del livello del mare saranno importanti, con che espongono milioni di persone alle inondazioni e, di conseguenza, allo sfollamento dalle aree costiere. Nelle città costiere, senza spese significative per misure di adattamento, ci saranno gravi danni agli edifici e alle altre infrastrutture. In Australia, il potenziale costo di sostituzione degli edifici residenziali esposti a un aumento del livello del mare di 1,1 metri è stimato a 63 miliardi di dollari.