Impara l’arte e riusa anche gli scarti

Va in scena a Treviso “Re.Use”, una mostra sul rapporto tra l’arte contemporanea e il riutilizzo degli oggetti, sui rifiuti e sul loro smaltimento. A partire dal prossimo ottobre 2018, in tre spazi espositivi della città

Ca' De Ricchi, la mostra a Treviso

L’arte del riuso, il rapporto con gli oggetti industriali a partire da grandi artisti del Novecento che ne hanno fatto una delle loro caratteristiche, andranno in scena a Treviso con il progetto “Re.Use – Scarti, oggetti, ecologia nell’arte contemporanea”. Nel mese di ottobre 2018, infatti, verrà inaugurata una mostra dedicata ai rifiuti e al loro smaltimento, in tre diversi spazi della città: Ca’ dei Ricchi, la sala ipogea del Museo di Santa Caterina e il Museo casa Robegan. A questi luoghi corrisponderanno tre sezioni della mostra per approfondire la coscienza ecologica dell’arte contemporanea in ogni tempo.

Si andrà dai primissimi anni del secolo scorso, fino agli anni ’60 e ’70 con Gina Pane e Giuseppe Penone, e alla metà degli anni ’90, con artisti quali Enrica Borghi e Flavio Favelli, indagando l’approccio che le diverse correnti artistiche hanno avuto con gli scarti e il loro riutilizzo. Farà parte dell’esposizione un settore dedicato al ready made e all’ingresso di oggetti e materiali anomali nel mondo dell’arte. Basti pensare ad artisti come Marcel Duchamp o Man Ray, protagonisti di una rivoluzione in cui cambia il senso delle cose di uso comune fino a divenire provocazione. L’esposizione, a cura di Valerio Dehò, permette inoltre di riscoprire luoghi prestigiosi di Treviso: tra essi anche uno spazio privato come Ca’ dei Ricchi.

«L’idea è quella di valorizzare ancora di più la nostra città, consentendo al visitatore della mostra di potersi muovere in diversi luoghi di interesse culturale del centro storico, scoprendolo in ogni suo angolo e soprattutto vivendo la città, aumentandone l’attrattiva e fidelizzando nuovi target di visitatori», spiega Sabrina Comin, responsabile dell’organizzazione eventi dell’Associazione “Tra – Treviso Ricerca Arte”. L’associazione ha organizzato il progetto Re.Use in collaborazione con il comune di Treviso, i musei civici e l’assessorato alla cultura di Treviso.