Il tempo del coraggio, Ciafani: “Daremo il nostro contributo per vincere la fida climatica”

XI Congresso nazionale di Legambiente – Pietrarsa (Napoli) 22/24 novembre 2019
Ciafani: “Daremo il nostro contributo, appassionato, concreto e radicale per accelerare la transizione energetica e vincere la crisi climatica” / SPECIALE Il tempo del coraggio

Tre giorni di discussione con 833 delegati da tutta Italia. Tre plenarie intervallate da cinque piazze tematiche sulle priorità di azione della nostra associazione nei prossimi quattro anni. Una riflessione ampia sul presente e sul futuro del nostro Paese in un contesto mozzafiato che rappresenta bene la migliore storia italiana, capace di legare tradizione e innovazione: il Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa, fra Napoli e Portici, circondati dalle locomotive storiche, a partire da quelle a vapore, delle  Ferrovie dello Stato Italiane. A otto anni da quello di Bari (e quattro da quello di Milano), con l’undicesimo Congresso nazionale torniamo al Sud, nel capoluogo napoletano, teatro di una rinascita culturale e sociale impensabile fino a pochi anni fa.

Saranno tanti anche gli ospiti esterni. Alimenteranno il nostro dibattito il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, come diversi rappresentanti del mondo imprenditoriale, tra cui la presidente del Kyoto Club Catia Bastioli e quello di Coldiretti Ettore Prandini. Interverranno autorevoli rappresentanti della lotta alle mafie, come il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, il presidente di Libera don Luigi Ciotti, il sociologo Marco Omizzolo, esperto di lotta al caporalato premiato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ci saranno le associazioni con cui condividiamo percorsi di cambiamento del nostro Paese, dalla portavoce nazionale del Forum del Terzo settore Claudia Fiaschi alla presidente del Wwf Donatella Bianchi, dal direttore di Greenpeace Pippo Onufrio al presidente dell’Agesci Vincenzo Piccolo. Sarà con noi anche il mondo della ricerca, con il direttore di Ispra Alessandro Bratti e la luminare mondiale dell’interazione fra marine litter e mammiferi marini, la professoressa dell’Università di Siena Cristina Fossi, il mondo dei Fridays for future con Federica Gasbarro, fra i partecipanti alla Conferenza mondiale sul clima dell’Onu del settembre scorso, e il mondo dell’informazione, con Sandro Ruotolo, Fabrizio Feo del Tg3, Toni Mira dell’Avvenire e Daniele Moretti, caporedattore di Skytg24. Il tema chiave della nostra tre giorni congressuale sarà il coraggio.

Un sentimento imprescindibile per accelerare la transizione energetica e vincere la crisi climatica, combattere le ecomafie e i ladri di futuro, promuovere la riconversione ecologica dell’economia, rendere sempre più protagonisti anche nella nostra associazione i giovani che scendono in piazza al fianco di Greta Thunberg, favorire una sempre più efficace lotta alle ingiustizie ambientali e sociali. Il coraggio non è mancato alla nostra comunità associativa, che non si è mai tirata indietro di fronte a niente e nessuno. Ora più che mai, davanti alle sfide epocali che ci attendono nei prossimi anni, sarà importante spingere ancor di più sull’acceleratore. Legambiente non farà ovviamente mancare il suo contributo appassionato, concreto e radicale, per la rinascita ambientale e sociale dell’Italia.

Ciafani presidente nazionale di Legambiente‘Daremo il nostro contributo, appassionato, concreto e radicale per accelerare la transizione energetica e vincere la crisi climatica, combattere le ecomafie, promuovere la riconversione ecologica dell’economia, rendere protagonisti i giovani e favorire un’efficace lotta alle ingiustizie ambientali e sociali’