sabato 28 Novembre 2020

Senato approva norme plastica monouso, Legambiente: “Bene, ora la legge Salvamare”

Una nuova grande vittoria per l’associazione. Bisogna però consentire ai pescatori di fare la loro parte e di riportare a terra i rifiuti pescati accidentalmente

“Finalmente un altro passo in avanti contro la plastica usa e getta e i rifiuti che soffocano il nostro mare”, così Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, commenta soddisfatto l’approvazione in Senato della misura che vieterà alcuni prodotti in plastica monouso, nell’ambito del Ddl delegazione europea. Un divieto che, a differenza della formulazione europea, oltre a posate, piatti e cannucce, include anche i bicchieri e che dovrà essere inserito nel decreto di recepimento della direttiva Ue 2019/904 sui prodotti in plastica monouso che il governo italiano dovrà emanare entro il 3 luglio 2021. Come emerge anche dalla nostra indagine Beach Litter, infatti, ben il 49% dei rifiuti per il consumo e l’asporto di cibo e bevande monitorati sulle spiagge italiane è costituito proprio dai bicchieri di plastica monouso.

La misura approvata in Senato prevede inoltre che tutti i prodotti di plastica monouso oggetto del bando europeo possano essere realizzati soltanto in materiale compostabile, valorizzando così la leadership italiana nell’ambito della filiera della chimica verde, grazie all’emendamento del senatore Andrea Ferrazzi.

“È una nuova grande vittoria di Legambiente – spiega Ciafani – che in questi anni ha lavorato alacremente per ottenere importanti risultati come le norme che hanno bandito manufatti in plastica quali i sacchi per l’asporto merci, i cotton fioc e le microplastiche nei prodotti cosmetici da risciacquo. Siamo sulla strada giusta – conclude il presidente – Serve ora che anche la Camera approvi al più presto questa nuova misura a vantaggio della biodiversità marina, dell’economia circolare e della lotta agli sprechi. Al contempo, chiediamo che il Senato sia altrettanto veloce per quanto concerne la Legge Salvamare, che consentirebbe anche ai pescatori di fare la loro parte e di riportare a terra i rifiuti pescati accidentalmente. Il mare la aspetta da tempo”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,147FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Armi, secondo la Legge di Bilancio nel 2021 verranno spesi 6 miliardi di euro

Campagna Sbilanciamoci e Rete Italiana Pace e Disarmo: "Per noi è chiaro. Più sanità e istruzione, meno armamenti"

Alluvione a Crotone, “per l’emergenza climatica il tempo è scaduto”

Appello di Legambiente Calabria dopo l'ennessimo disastro ambientale nella città calabrese. La presidente Anna Parretta: "Indispensabile che la Regione Calabria affronti l’emergenza climatica a partire dai nodi irrisolti del dissesto idrogeologico, dell’abusivismo edilizio e delle scelte urbanistico-edilizie totalmente errate”