lunedì 20 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Il ritiro dei ghiacciai provoca la scomparsa dei fiumi

Il fenomeno globale è noto come “pirateria fluviale”: richiede un adattamento urgente da parte degli ecosistemi e delle persone

I ghiacciai che si ritirano provocano la scomparsa improvvisa dei fiumi. Il fenomeno globale è noto come “pirateria fluviale” racconta il Guardian nella sezione Ambiente: richiede un adattamento urgente da parte degli ecosistemi e delle persone che fanno affidamento sul loro flusso. Poiché i ghiacciai di tutto il mondo si ritirano rapidamente a causa del riscaldamento globale, alcune comunità stanno affrontando un nuovo problema: l’improvvisa scomparsa dei loro fiumi. La pirateria fluviale si verifica quando l’acqua da un fiume viene deviata in un altro a causa dell’erosione o, in questo caso, dello scioglimento dei ghiacciai.

L’ultimo evento previsto è quello della foce del fiume Alsek che si sposterà a 20 miglia a sud dalla sua posizione attuale e arriverà ad attraversare nel parco nazionale e riserva di Glacier Bay in Alaska.

Gli scienziati prevedono che la scomparsa dei ghiacciai reindirizzarà i fiumi nelle aree di alta montagna. Nella maggior parte dei casi, il reindirizzamento sarà irrilevante. Ma in alcune aree con vari gruppi di persone che dipendono dal flusso del fiume, i cambiamenti potrebbero avere un impatto più significativo. “I ghiacciai in generale in tutto il mondo si stanno ritirando – ha detto Dan Shugar, un geoscienziato presso l’Università di Calgary – Quel ritiro rafforzato a cui stiamo assistendo ora, lo sappiamo inequivocabilmente, è dovuto al cambiamento climatico”.

Il primo caso di pirateria fluviale

Shugar è stato uno scienziato che ha documentato il primo caso noto di pirateria fluviale nei tempi moderni nel 2016 nel territorio canadese dello Yukon. Il più grande ghiacciaio del Canada si è sciolto così rapidamente che ha deviato un grande fiume, riducendo così in modo significativo il livello dell’acqua di un lago che alimentava. Per centinaia di anni, il fiume Slims, o Ä’äy Chù, ha trasportato l’acqua di disgelo verso nord dal vasto ghiacciaio Kaskawulsh nel fiume Kluane, quindi nel fiume Yukon verso il mare di Bering. Ma nella primavera del 2016, un periodo d’intenso scioglimento del ghiacciaio ha reindirizzato permanentemente l’acqua di disgelo dell’Ä’äy Chù verso un gradiente più ripido a est attraverso il fiume Kaskawulsh, nel Golfo dell’Alaska a migliaia di miglia dalla sua destinazione originale.

Ora, gli scienziati stanno rivolgendo la loro attenzione più a valle, in Alaska. Si prevede che un ghiacciaio in rapida ritirata all’interno del parco nazionale e della riserva di Glacier Bay in Alaska cambierà il corso di un possente fiume che alimenta, ha predetto il geologo del National Park Service Michael Loso in un documento pubblicato il mese scorso, e con esso, la richiesta di adattamento degli ecosistemi e delle persone che fanno affidamento sul flusso.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Buco dell’ozono, ora supera le dimensioni dell’Antartide

I dati di Copernicus: "Nel 2021 il buco dell'ozono è cresciuto considerevolmente ed è ora più grande del 75% se comparato alla stessa fase della stagione del 1979"

Parchi eolici italiani, online la prima guida turistica dedicata

Da Rivoli Veronese a Gibellina, undici gli impianti da scoprire con Legambiente attraverso una serie di itinerari tra percorsi ciclabili, borghi, arte e buona cucina diventati laboratori della transizione energetica / Vai alla guida online

Nasce la Rete dei distretti dell’economia civile

Al 5° Festival dell’Economia Civile di Campi Bisenzio annunciata la costituzione di un network di enti e amministrazioni locali in risposta ai bisogni e alle potenzialità dei territori e delle loro comunità

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Buco dell’ozono, ora supera le dimensioni dell’Antartide

I dati di Copernicus: "Nel 2021 il buco dell'ozono è cresciuto considerevolmente ed è ora più grande del 75% se comparato alla stessa fase della stagione del 1979"

Parchi eolici italiani, online la prima guida turistica dedicata

Da Rivoli Veronese a Gibellina, undici gli impianti da scoprire con Legambiente attraverso una serie di itinerari tra percorsi ciclabili, borghi, arte e buona cucina diventati laboratori della transizione energetica / Vai alla guida online

Commercio illegale di idrofluorocarburi, disponibile il rapporto ufficiale dell’Environmental Investigation Agency

I gas refrigeranti inquinano come emissioni di gas serra di più di 6,5 milioni di automobili in un anno. E la Romania rimane in silenzio

Attivismo giovanile, arriva lo Youth climate meeting Lazio

Appuntamento a sabato 18 settembre 2021, alle ore 16.00 presso il Parco della Garbatella a Roma

Punta Campanella, nate 82 tartarughe marine sulla spiaggia di Maiori

Con questa schiusa, la conta dei nidi di Caretta caretta in Campania sale a quota 52. Un anno da record storico
Ridimensiona font
Contrasto