domenica, Novembre 1, 2020

Il rapido riscaldamento dei mari è una concausa delle morti massive di pesci in Israele

Negli ultimi anni, l’attenzione degli esperti di tutto il mondo è stata focalizzata su numerosi avvistamenti di carcasse di pesci morti per cause inspiegabili a largo delle coste di Israele.

Con il passare del tempo, grazie a una campagna di citizen-science avviata nel paese, sono state raccolte 427 carcasse appartenenti ad almeno 42 specie diverse di pesci. Sono state poi eseguite analisi su esemplari di otto specie e nella maggioranza dei casi è stata osservata una grave infezione causata da un batterio patogeno, Streptococcus iniae.

Sebbene questo agente patogeno sia onnipresente nei pesci in acque calde, un sistema immunitario sano di solito previene le infezioni debilitanti. Analisi climatiche contemporanee hanno rivelato poi che il tasso di riscaldamento delle acque – un aumento di 4,2°C in soli due giorni all’inizio di luglio scorso – è stato il più ripido registrato negli ultimi 32 anni.

In genere, gli eventi di mortalità di massa dei pesci all’indomani delle ondate di calore marine sono riconducibili a fattori quali la proliferazione di alghe tossiche o la privazione di ossigeno (ipossia), ma questa volta la responsabilità non è di un’ondata di calore, perché la temperatura dell’acqua non era eccezionalmente alta al momento delle analisi.

“Quello a cui assistiamo – ha spiegato Kurt Gamperl della Memorial University of Newfoundland, (Canada) – è l’insieme tra una sfida biotica (infezione batterica) e una abiotica (aumento della temperatura) che si sono verificate nello stesso momento. È possibile che l’infezione abbia debilitato gli animali e abbia abbassato la tolleranza termica dei pesci, e questo ha portato all’incremento del numero di morti“. In definitiva quindi, il riscaldamento costante e persistente delle acque è stato fatale per i pesci colpiti dall’infezione batterica.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Senato approva norme plastica monouso, Legambiente: “Bene, ora la legge Salvamare”

Una nuova grande vittoria per l'associazione. Bisogna però consentire ai pescatori di fare la loro parte e di riportare a terra i rifiuti pescati accidentalmente

Qualità dell’aria, ecco tutti i fattori in gioco

Emissione, concentrazione, PM10, gas inquinanti. Un'attenta analisi sulle tante facce dell'inquinamento atmosferico

Troppe macchine per strada, Parigi elimina i parcheggi di superficie

I garage sotterranei costeranno meno. Il vicesindaco: "Rimuoveremo circa la metà degli stalli di sosta, perché il suolo pubblico va usato in modi migliori"   ...

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
20,925FollowersFollow

Gli ultimi articoli

Senato approva norme plastica monouso, Legambiente: “Bene, ora la legge Salvamare”

Una nuova grande vittoria per l'associazione. Bisogna però consentire ai pescatori di fare la loro parte e di riportare a terra i rifiuti pescati accidentalmente

Qualità dell’aria, ecco tutti i fattori in gioco

Emissione, concentrazione, PM10, gas inquinanti. Un'attenta analisi sulle tante facce dell'inquinamento atmosferico

Troppe macchine per strada, Parigi elimina i parcheggi di superficie

I garage sotterranei costeranno meno. Il vicesindaco: "Rimuoveremo circa la metà degli stalli di sosta, perché il suolo pubblico va usato in modi migliori"   ...

Grazie Marcello, maestro dell’ambientalismo scientifico

Ci ha lasciato Marcello Buiatti. Era uno scienziato rigoroso ed un ironico comunicatore, legato alle sue radici, politicamente sempre schierato ed impegnato Non è una...

Plastiche biodegradabili e compostabili, approvata nuova misura in Senato

Sostituiranno la plastica per i contenitori monouso che entrano in contatto con gli alimenti. Soddisfatto il ministro dell'Ambiente Costa: "Una misura ambientale importante, maggiori...