Il ministero dell’Ambiente diventa “plastic free”

Lo annuncia lo stesso ministro su Facebook. Nel post Sergio Costa ha ricordato che sono in arrivo due leggi per ridurre la plastica monouso e gli imballaggi. La prima è attesa entro due settimane

foto di Sergio Costa

Iniziano oggi i cambiamenti che, entro metà settimana, renderanno il ministero dell’Ambiente plastic free. Lo ha postato su Facebook il ministro Sergio Costa, che lo scorso giugno aveva già annunciato l’intenzione di mettere al bando la plastica dal suo dicastero.

Da oggi partirà l’installazione di dispense di acqua alla spina e la sostituzione dei prodotti all’interno dei distributori, ha spiegato il ministro, esprimendo soddisfazione per aver “reso il ministero #plasticfree in 4 mesi”. Ma la “rivoluzione” non riguarderebbe solo il ministero: “Da quando abbiamo lanciato la ‘sfida’, ed era il 5 giugno, durante la Giornata internazionale dell’Ambiente, ci sono arrivate centinaia di adesioni: comuni, regioni, università, prefetture, associazioni, catene di supermercati, piccole isole”, ha evidenziato.

Nel post il ministro ha inoltre ricordato che sono in arrivo due leggi per ridurre la plastica monouso e gli imballaggi. La prima, attesa entro due settimane, dovrebbe chiamarsi “SalvAmare” e anticipa la direttiva europea contro gli oggetti monouso. La seconda legge – per cui “abbiamo già trovato i fondi”, ha sottolineato Sergio Costa – prevede agevolazioni sia per gli imprenditori che riducono gli imballaggi, sia per i consumatori che comprano prodotti più sostenibili.