sabato 27 Novembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Il lavoro si tinge di verde

 

Green jobsTrentadue figure occupazionali da “professionalizzare” in tema di economia circolare, efficienza energetica, sostenibilità. Webmaster, infermieri, cuochi, badanti, sarti: il progetto “Ecco” guiderà la “trasformazione sostenibile” delle loro competenze. Ad analizzarle Marco Gisotti, giornalista ambientale: «Ognuna delle figure professionali esaminate ha abilità specifiche che vanno “curvate” nella direzione della circolarità, sia per rispondere alla crisi ecologica, sia per aprire nuove opportunità di impiego e di impresa».

Marco Gisotti, giornalistaPerché puntare sulle competenze verdi in modo trasversale?
Perché si guarda a una fetta della società e dell’economia che gode meno dei riflettori dei mass media. “Ecco” entra in una zona socioeconomica che non è strutturalmente incardinata nelle trasformazioni della grande industria dei beni o dei servizi ma che, per la sua distribuzione, impatta allo stesso modo nella società. Immaginiamo la grande quantità di persone che si prende cura di anziani e bambini introdurre, nella gestione familiare, grazie a una maggiore professionalizzazione, regole fondamentali su questi temi. O ai cuochi, che grazie a questo progetto acquisiscono una conoscenza più approfondita delle dinamiche di mercato dei prodotti agricoli, della gestione dei rifiuti, dei processi di riutilizzo, della riduzione degli sprechi.

Su che basi sono state scelte le figure professionali?
Stiamo lavorando sui dati del sistema “Excelsior” di Unioncamere. Si tratta del più importante sistema di rilevazione del nostro mercato del lavoro, che dal 2017 ha inserito l’attitudine al risparmio energetico e la sostenibilità ambientale fra le competenze più richieste. Stiamo incrociando i dati con le diverse competenze professionali e le necessità ecologiche che le singole professioni contengono. Infine, attraverso interviste a stakeholder locali, stiamo valutando le azioni necessarie per raggiungere più velocemente la transizione ecologica in questi ambiti.

Uno dei cardini del progetto è l’inclusione sociale. Sviluppare competenze green può anche favorire inclusione?
Sei anni fa moltissimi giovani, quasi dei precursori di Greta, riuniti a Bandung, scrissero un documento indirizzato ai governi di tutto il mondo. Dicevano che l’economia del futuro avrebbe dovuto essere green e solidale o non ci sarebbe stata alcuna economia e alcun futuro. Sviluppare competenze green, dati alla mano, genera imprese più solide e più solidali, oltre a occupazioni migliori e più durevoli. Con un’apertura culturale che aiuta ad essere inclusiva e a superare le barriere di genere.

Articoli correlati

Premio Luisa Minazzi Ambientalista dell’anno 2021

A Casale Monferrato dal 27 novembre al 4 dicembre il consueto appuntamento con il festival delle realtà virtuose. C'è ancora tempo fino al 28 novembre per votare sul sito www.premioluisaminazzi.it

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

FORUM ECONOMIA CIRCOLARE TOSCANA

Dalle 9,00 la sesta edizione dell'Ecoforum Toscana. L'esperienza virtuosa di Prato circular city che ha come obiettivo l'accelerazione nella transizione ecologica della città. Innovazione e sostenibilità nella mission dei gestori, in attesa del nuovo Prb. Il racconto dai distretti (cartario, tessile, lapideo, vitivinicolo), le politiche per la riduzione degli sprechi, la gestione dei rifiuti urbani e l’analisi dei flussi sugli speciali

Mediateca delle Terre, un archivio per la cultura contadina

Crocevia inaugura a Roma l’Archivio e Mediateca delle Terre: oltre mezzo secolo di storia contadina in duemila filmati, fotografie, diapositive, libri e riviste da tutto il mondo

Agroecologia, la pastora Assunta Valente premiata ambasciatrice del territorio da Legambiente

Il riconoscimento in occasione del III Forum nazionale dell'Agroecologia Circolare di Legambiente. L'imprenditrice, che svolge la sua attività sulla montagna del frusinate al confine con il Parco d’Abruzzo Lazio e Molise, da tempo è vittima di atti intimidatori. L'appello della documentarista Anna Kauber: "Non lasciamola sola"
Ridimensiona font
Contrasto