mercoledì 1 Dicembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Il lago ex Snia sarà un monumento naturale

Ex Snia

Il 23 giugno la Commissione Agricoltura e ambiente del Consiglio regionale del Lazio ha dato parere favorevole alla firma definitiva che trasformerà l’area del Lago dell’Ex Snia-Viscosa in un Monumento Naturale. Adesso il decreto passerà al presidente della Regione Nicola Zingaretti per l’ultimo via libera.

Il decreto di istituzione del Monumento Naturale riguarderà per il momento la parte espropriata negli anni scorsi e che oggi comprende il lago e il parco. Entro il prossimo anno gli enti locali coinvolti dovranno valutare la possibilità di ampliamento del perimetro da tutelare. In un secondo momento verranno coinvolti anche i soggetti a cui fa riferimento la restante area privata, dove si trova un’ex fabbrica abbandonata da anni e per la quale è stato depositato un progetto edilizio.

Raggiunto dunque un obiettivo su cui si lavorava da sei anni, ovvero da quando, nell’agosto del 2014, al Consiglio regionale del Lazio era stato presentato un atto intitolato “Misure per l’apposizione del vincolo di monumento naturale all’area del Lago dell’ex Snia Viscosa”.

“Finalmente possiamo dire di aver messo un punto fermo contro le speculazioni che hanno tentato inutilmente di attaccare il patrimonio storico e naturale del Lago Bullicante”, scrivono i cittadini e gli attivisti del Forum del parco delle energie che chiedono che la tutela venga adesso estesa anche all’area privata, “ovvero il 40% della superficie totale”. “Mettere a sistema e vincolare una volta per tutte il grande patrimonio di aree verdi che grazie alle lotte degli abitanti per garantire il benessere, sono state strappate alla speculazione: Ex Snia, Parco Lineare di Roma Est, Parco archeologico tiburtino, Parco di Centocelle, Parco Somaini solo per citare alcune delle vertenze che vogliamo ricucire attraverso un percorso capace di liberare la città dal cemento con un processo di forestazione e realizzazione di una grande rete ecologica, un piano per spazzare via l’arroganza dei palazzinari con migliaia di alberi”. 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Transizione ecologica, con rinnovabili ed efficienza energetica 1,1 miliardi di risparmio in bolletta

I dati presentati al Forum QualEnergia 2021. Al 2030 previsti 170 mila nuovi posti di lavoro e 150 miliardi di investimenti. Legambiente: "Troppi ritardi ed ostacoli, serve un cambio di passo". Streaming del Forum l'1 e 2 dicembre sui siti dedicati / SCARICA LO STUDIO ELEMENS

FORUM QUALENERGIA 2021. LA DIRETTA

Dalle 10 in diretta streaming i lavori della prima giornata del Forum: “Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica”

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Forum QualEnergia 2021, appuntamento a Roma l’1 e 2 dicembre

A Roma Eventi in Piazza di Spagna due giornate di confronto e dibattito su "Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica". Il programma dei lavori

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

FORUM ECONOMIA CIRCOLARE TOSCANA

Dalle 9,00 la sesta edizione dell'Ecoforum Toscana. L'esperienza virtuosa di Prato circular city che ha come obiettivo l'accelerazione nella transizione ecologica della città. Innovazione e sostenibilità nella mission dei gestori, in attesa del nuovo Prb. Il racconto dai distretti (cartario, tessile, lapideo, vitivinicolo), le politiche per la riduzione degli sprechi, la gestione dei rifiuti urbani e l’analisi dei flussi sugli speciali
Ridimensiona font
Contrasto