martedì 25 Gennaio 2022

Acquista

Login

Registrati

Il global warming minaccia i Parchi nazionali degli Usa

una foto del Parco di Joshua Tree

I Parchi nazionali americani si stanno riscaldando a una velocità doppia rispetto al resto degli Stati Uniti, perché si trovano in zone più vulnerabili ai cambiamenti climatici come montagne, deserti, Artico. Gli Usa rischiano così di perdere i caratteristici alberi del Parco di Joshua Tree, i ghiacciai del Glacier Park, o di vedere estinto il pika, roditore delle Montagne Rocciose.

A lanciare l’allarme è una ricerca dell’università della California pubblicata sulla rivista “Environmental research letters”. Secondo lo studio, le temperature nei Parchi nazionali possono salire da 3 a 9 gradi al 2100, nello scenario peggiore. Lo Joshua Tree Park potrebbe perdere il 90% dell’habitat degli alberi che gli danno il nome – quelli resi celebri dall’album degli U2.

Caldo e siccità nel 2100 renderebbero gli incendi più frequenti e devastanti, dalle tre alle dieci volte più estesi di oggi. Animali di montagna, come il pika appunto, non riuscirebbero a sopravvivere a climi più caldi. Già oggi, nel Glacier Park, il ghiacciaio Muir ha perso 640 metri dal 1848 al Duemila. A causa delle temperature più alte, nel Parco di Yellowstone si sono invece moltiplicati i parassiti che fanno morire gli alberi.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,812FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Ridimensiona font
Contrasto