domenica 24 Gennaio 2021

Il fundraising che premia i donatori

Mario Salsano

Il fundraising nel mondo del no profit ha un ruolo sempre più cruciale, che necessita di una visione che vada oltre la semplice “raccolta fondi”, coltivando, accrescendo e sviluppando le risorse necessarie alla realizzazione di progetti sociali. Una delle realtà che si sta differenziando nel settore è Wishraiser, la prima piattaforma di contest benefici in Europa a. promuovere campagne di raccolta fondi a favore di organizzazioni no profit realizzate da testimonial quali sportivi e personaggi famosi.

Ai donatori che sostengono una causa sociale viene offerta la possibilità di partecipare all’estrazione di premi (cene con i testimonial, meet&greet, accessi Vip ad eventi esclusivi, viaggi, gadget). Insomma, Wishraiser non promuove solo aste benefiche ma offre una sorta di lotteria includendo anche le classi più “basse” di donatori. La piattaforma ha già promosso numerose campagne con testimonial del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo, fra i quali Christian Vieri, Miralem Pjanic e Giorgio Chiellini, che hanno coinvolto i loro fan e non solo nel sostegno della causa.

«Siamo nati per rispondere all’esigenza del mondo del no profit di trovare nuove soluzioni per raccolte fondi che fossero più efficienti delle aste online – dichiara Mario Salsano, co-fondatore e ceo di Wishraiser (nella foto) – Vogliamo essere un modello democratico e innovativo per chi vuole fare raccolta fondi. Non solo  permettendo a tutte le persone di partecipare con un contributo che può essere anche di 5 euro, ma rendendo la raccolta fondi divertente. La possibilità di vivere un’esperienza unica nella vita, come l’incontro con il proprio idolo o un viaggio in mete da sogno, è la perfetta ricompensa per la benevolenza della gente».

Wishraiser nasce da un’evoluzione dell’esperienza dei tre fondatori nel mondo delle aste benefiche online. La carica rivoluzionaria del progetto non è passata inosservata, tanto che Forbesha inserito Mario Salsano nella sua celebre classifica dei “100 under 30 leader italiani del futuro”. Il gruppo lavora in maniera dedicata a ogni singola campagna, progettando soluzioni sempre diverse e avvincenti, per offrire al testimonial e all’associazione un servizio completo ed esclusivo e alla community di donatori la possibilità di vivere un’esperienza unica, differente e irripetibile.

Articolo tratto dal numero di giugno 2019 di Nuova Ecologia

Articoli correlati

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Sardegna da tutelare: firmato l’accordo tra la famiglia Abbado e Legambiente

Presentato oggi il progetto il cui obiettivo è promuovere programmi di tutela dell’ambiente e di ricerca nel terreno ad Alghero di Claudio Abbado, famoso direttore d’orchestra scomparso nel 2014. Un'area protetta negli anni per i suoi valori naturalistici

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia