lunedì, Ottobre 26, 2020

Il Festival della Partecipazione entra nel vivo

Dibattiti, forum e laboratori: il Festival della Partecipazione di Bologna si prepara a una seconda giornata densa di eventi che tratteranno di crisi climatica, Terzo Settore e reti civiche, emergenza e democrazia.

La prima giornata ha visto la presentazione del progetto sviluppato da Rete dei Numeri Pari, Forum Disuguaglianze Diversità e Gran Sasso Science Institute su pratiche di mutualismo solidale ed ecologico frutto di in un’indagine condotta su 112 esperienze in tutta Italia, seminari e attività di capacity building. Il pomeriggio si è discusso di scuole e territori durante l’emergenza, del ruolo delle donne in politica e della risposta alla pandemia nel racconto delle associazioni dei malati cronici. I lavori si sono conclusi con un talk live sui temi del Festival con la partecipazione di voci dal campo e rappresentanti delle associazioni promotrici.

Il tema di oggi sarà la scelta delle parole giuste.
Si partirà alle 11.30 con l’evento online Confronto tra le narrazioni pubbliche sui cittadini durante il covid-19 e la realtà della partecipazione civica e si proseguirà con Partecipiamo al futuro cambiando il presente: la crisi climatica, due sessioni per discutere delle sfide globali di fronte alle quali ci pone l’emergenza climatica e di temi e conflitti dai territori per un cambiamento europeo e nazionale.
Gli eventi ibridi, in presenza e in streaming, partiranno la mattina con Partecipazione, terzo settore e reti civiche, una riflessione sulle prospettive di partecipazione urbana, della cura dei beni comuni e della relazione tra gli attori in gioco. ActionAid, Legambiente e Fondazione Innovazione Urbana introdurranno riprendendo gli esiti del workshop di ieri Reti civiche di mutuo aiuto nella gestione dell’emergenza. Alle 15 sarà la volta di Emergenze e democrazia: il rapporto tra superamento della crisi e fiducia nel potere politico, ci si interrogherà sugli effetti che l’emergenza Covid-19 ha avuto e avrà sul potere e i meccanismi di scelta democratici. Tra i partecipanti: Alberto Fernandez Gibaja, ricercatore del Centro di Ricerca IDEA, Elly Schlein, Vice presidente della Regione Emilia –Romagna, e Jasmine Cristallo, attivista dell’Associazione 6000 Sardine.
La giornata si conclude con la replica serale dello spettacolo dell’attrice Ottavia Piccolo che interpreterà Donna non rieducabile, il monologo dedicato alla giornalista Anna Politkovskaja.

Per il programma completo e le dirette degli eventi www.festivaldellapartecipazione.org

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Articoli correlati

Elezioni Usa, Biden mette la questione climatica al centro della campagna elettorale

Una mossa inedita nelle presidenziali americane su cui il candidato democratico punta per sconfiggere il negazionista Trump. Ma nel suo Green new deal restano delle zone d'ombra, a cominciare dal sostegno al fracking per l'estrazione di gas e petrolio

Presentazione del terzo rapporto Osservatorio sisma Fillea e Legambiente

Il convegno online dell’Osservatorio nazionale per una ricostruzione di qualità

Obiettivo Sarno

Il lockdown gli aveva restituito trasparenza ma le acque del fiume campano, il più inquinato d’Europa, hanno ripreso a cambiare colore con la ripartenza delle attività industriali e agricole

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
20,901FollowersFollow

Gli ultimi articoli

Elezioni Usa, Biden mette la questione climatica al centro della campagna elettorale

Una mossa inedita nelle presidenziali americane su cui il candidato democratico punta per sconfiggere il negazionista Trump. Ma nel suo Green new deal restano delle zone d'ombra, a cominciare dal sostegno al fracking per l'estrazione di gas e petrolio

Presentazione del terzo rapporto Osservatorio sisma Fillea e Legambiente

Il convegno online dell’Osservatorio nazionale per una ricostruzione di qualità

Obiettivo Sarno

Il lockdown gli aveva restituito trasparenza ma le acque del fiume campano, il più inquinato d’Europa, hanno ripreso a cambiare colore con la ripartenza delle attività industriali e agricole

Alla sorgente dell’ispirazione

Ungaretti, Pasolini, Visconti, Mazzacurati, Rossellini, De Santis. Alcuni artisti che hanno narrato i fiumi o ambientato sui corsi d’acqua i loro capolavori

Roma, sul Tevere e sull’Aniene le barriere dei rifiuti

Due strutture sul Tevere e sull’Aniene raccolgono i rifiuti dall’acqua e ne cambiano la destinazione. Non più il mare aperto, ma percorsi virtuosi di economia circolare