martedì 26 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Due giorni per la Terra

La Terra, l'unica che abbiamoDue giorni per il clima. A cinque mesi dalla Cop21 di Parigi, mentre cresce il dibattito sull’enciclica ecologista del Papa, arrivano due appuntamenti in vista del vertice Onu di fine anno sul global warming. Il primo, lunedì 22, riguarda gli “Stati generali sui cambiamenti climatici e la difesa del territorio” organizzati da #italiasicura – la struttura di palazzo Chigi contro il dissesto idrogeologico – e dal ministero dell’Ambiente presso la Camera dei Deputati (Nuova Aula dei gruppi parlamentari, dalle 9.00 alle 17.30). Molti i partecipanti in  programma, fra cui il premier Matteo Renzi, il ministro dell’Ambiente francese Ségolène Royal,  i ministri italiani Gian Luca Galletti (Ambiente) Graziano Delrio (Infrastrutture e Trasporti), Stefania Giannini (Istruzione, Università e Ricerca) e Federica Guidi (Sviluppo Economico),  i presidenti delle Commissioni Ambiente di Camera e Senato, Ermete Realacci e Giuseppe Marinello, esponenti del mondo delle imprese, del sindacato e dell’associazionismo anche in rappresentanza della neonata Coalizione Parigi 2015 che raccoglie oltre cinquanta  organizzazioni.  

Il giorno successivo, martedì 23, presso l’Ambasciata di Francia in Italia si tiene invece un seminario intensivo di formazione per giornalisti organizzato insieme alla Fima (Federazione italiana media ambientali) ma utile, sul piano divulgativo, anche per i non addetti ai lavori. Lo scopo è fornire infatti delle linee-guida utili a comunicare in maniera appropriata la Cop21 (vedi il programma) attraverso una serie di mini-conferenze tenute da  Valerio Rossi Albertini (fisico del Cnr e divulgatore scientifico), Veronica Caciagli (presidente dell’Italian climate network), Alessandro Farruggia (giornalista), Gianni Silvestrini, Andrea Paracchini (giornalista), Piero Pelizzaro (esperto di politiche sull’adattamento), Pietro Greco (giornalista e divulgatore). Durante la giornata, introdotta dall’Ambasciatrice di Francia in Italia, Catherine Colonna,  e dal presidente della Fima, Mario Salomone, interverrà anche il ministro Galletti e sarà proiettato un video-messaggio della ministra francese dell’Ecologia, Ségolène Royal.

Per partecipare a entrambi gli eventi è richiesto l’accredito (in particolare il secondo è riservato ai giornalisti) ma LanuovaecologiaTV li trasmetterà per intero in diretta. Durante gli Stati generali del clima commenti via social (#clima15 e #unnuovoclima), interviste e photogallery. Tutto su www.lanuovaecologia.it.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

“I mercati del carbonio non sono progettati per ridurre le emissioni”. L’intervista a Larry Lohmann

Il ricercatore dell’organizzazione britannica The Corner House spiega i limiti dei meccanismi di finanziarizzazione della natura

Diritti umani e dell’ambiente, dal non profit nasce la campagna “Impresa 2030”

Ben 16 milioni di persone sottoposte a forme moderne di schiavitù lungo le filiere produttive. Le organizzazioni di categoria propongono una norma di due diligence che imporrà alle imprese di adottare pratiche efficaci nel garantire il rispetto dei diritti umani e degli ecosistemi

Ecomondo e Key energy, dove passa la transizione ecologica dell’Italia

Alla Fiera di Rimini fino al 29 ottobre appuntamenti in presenza e in digitale per rimettere in connessione il mondo della pubblica amministrazione, quello finanziario e imprenditoriale

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“I mercati del carbonio non sono progettati per ridurre le emissioni”. L’intervista a Larry Lohmann

Il ricercatore dell’organizzazione britannica The Corner House spiega i limiti dei meccanismi di finanziarizzazione della natura

Diritti umani e dell’ambiente, dal non profit nasce la campagna “Impresa 2030”

Ben 16 milioni di persone sottoposte a forme moderne di schiavitù lungo le filiere produttive. Le organizzazioni di categoria propongono una norma di due diligence che imporrà alle imprese di adottare pratiche efficaci nel garantire il rispetto dei diritti umani e degli ecosistemi

Tutte le strade portano a Glasgow

Gli anni da qui al 2030 saranno cruciali per contenere l’aumento della temperatura media globale entro 1,5 °C. Ecco perché la Cop26 deve essere il vertice dell’azione per combattere la crisi climatica

Centro Italia, prorogati i termini della campagna Alleva la speranza +

Continua l’impegno di Enel e Legambiente a favore delle aree terremotate. Fino al 30 novembre sulla piattaforma Planbee sarà possibile sostenere allevatori, allevatrici e imprenditori locali del turismo sostenibile, aiutandoli a realizzare il loro progetto di rinascita

Nascono gli ortofrutteti solidali

Accade in Sicilia, a Modica e Catania, grazie a un progetto ideato da AzzeroCO2. Privati, aziende, associazioni di volontariato e cooperative sociali insieme per rigenerare i territori e tutelare la biodiversità
Ridimensiona font
Contrasto