Il Children’s climate prize

José Adolfo Quisocala sha vinto l’edizione 2018. In finale, insieme a lui e al gruppo di giovani colombiani che hanno vinto la causa contro lo Stato in difesa della foresta, erano arrivati i tredicenni Nikita Shulga e Sofia Khrystyna di Kiev (Ucraina), promotori di “Compola”, un progetto che combatte lo spreco alimentare nelle mense scolastiche avviando gli avanzi di cibo al compostaggio

José Adolfo Quisocala vincitore del children's climate prize
José Adolfo Quisocala

La somma che José Adolfo Quisocala si è aggiudicato vincendo l’edizione 2018 del Children’s climate prize è di 63.000 corone svedesi. In finale, insieme a lui e al gruppo di giovani colombiani che hanno vinto la causa contro lo Stato in difesa della foresta, erano arrivati i tredicenni Nikita Shulga e Sofia Khrystyna di Kiev (Ucraina), promotori di “Compola”, un progetto che combatte lo spreco alimentare nelle mense scolastiche avviando gli avanzi di cibo al compostaggio. La gara fra scuole a chi composta di più coinvolge già duecento istituti. L’altra finalista, la statunitense Maanasa Medu, 15 anni, di Mason, ha invece inventato un dispositivo, prodotto con materiale da riciclo, che converte in elettricità sole, vento e pioggia, ideale per le popolazioni isolate. Alla messa a punto di questa invenzione, che le è valsa la segnalazione della rivista Forbes, Maanasa sta lavorando con l’università di Cincinnati.