domenica 24 Gennaio 2021

Il cammino nelle Terre mutate: itinerari solidali

 Il Cammino Nelle Terre Mutate

 

Terre di Mezzo, leader nel settore delle guide dedicate ai cammini, ha pubblicato recentemente, quella dedicata all’itinerario che senza ombra dubbio è il primo del genere in Italia: Il cammino nelle Terre mutate. Si tratta del primo “cammino solidale” che viene pensato e realizzato in un Paese dove la maggior parte degli itinerari sono una sorta di riscoperta delle grandi vie di pellegrinaggio storiche come la Francigena o le vie “Romee” e al collegamento di luoghi simbolo che narrano la storia dei personaggi più importanti del cattolicesimo come San Francesco e San Benedetto.
Dopo appena due anni dalla prima traversata da Fabriano a L’Aquila organizzata da Movimento tellurico, Federtrek e Ape Roma, quella che inizialmente doveva essere l’ennesima marcia di sensibilizzazione su terremoti, antisismica e manutenzione del territorio è diventato un vero e proprio progetto di turismo lento e responsabile per aiutare la rinascita di una vasta area appenninica ferita gravemente. La guida è frutto del lavoro appassionato di un collettivo che, prima di iniziare a riempire le pagine del libro, ha calpestato, zaino in spalla, tutte le 14 tappe che nel complesso coprono una distanza di circa 250 chilometri.
Avere la guida nello zaino è fondamentale anche se dal sito si possono scaricare le tracce del percorso e avere tutte le informazioni sulla logistica. Sfogliare il libro nelle soste fra un panorama mozzafiato e una ferita al territorio che ci toglie il respiro, o durante il meritato riposo serale, sarà molto importante per immergersi, senza barriere, nelle tante storie narrate. Per ogni tappa una o più storie, da quelle ormai più note della tessitrice Assunta Perilli e il suo telaio antico, Patrizia Vita con il progetto C.a.s.a, Roberto Canali con WeareNorcia a quelle sconosciute come la biblioteca di Arquata o la piccola casa di legno costruita nel giardino della sua casa inagibile da Marta, una bravissima accompagnatrice naturalistica dei Sibillini, costretta a continuare il suo lavoro in Sicilia ma con la convinzione che tornerà a respirare l’aria delle sue montagne. Storie che sembrano uscite da un libro dei sogni, come quella di Roberta Grifantini ed Emy Morelli, che proprio nel 2016 erano riuscite a far votare dai camerti (gli abitati di Camerino) quella che doveva essere l’essenza in cui la città poteva riconoscersi. L’esito della votazione fu eclatante con un 90% di votanti ad esprimersi per la stessa fragranza. Emy e Roberta non si sono fermate e il loro laboratorio continua a funzionare in attesa di inondare uno dei centri storici più belli dell’Appennino di quella fragranza che sa di appartenenza. Le storie sono l’aspetto più originale della guida e molte sono al femminile, mentre le pagine relative alla descrizione del percorso, della logistica e di tutte le altre informazioni utili rispecchiano il format consolidato e di successo di Terre di Mezzo. Buon cammino. l

Articoli correlati

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Sardegna da tutelare: firmato l’accordo tra la famiglia Abbado e Legambiente

Presentato oggi il progetto il cui obiettivo è promuovere programmi di tutela dell’ambiente e di ricerca nel terreno ad Alghero di Claudio Abbado, famoso direttore d’orchestra scomparso nel 2014. Un'area protetta negli anni per i suoi valori naturalistici

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia