Il cambiamento climatico è “un’emergenza sanitaria”

A denunciarlo è l'Australian medical association. La presa di posizione è in linea con quelle assunte già lo scorso anno dall'American medical association, dalla British medical association e da Doctors for the environment Australia

Clima

L’allarme lo ha lanciato l’Australian medical association, la maggiore associazione dei medici in Australia. Il cambiamento climatico è “un’emergenza sanitaria” e ci sono “chiare evidenze scientifiche che indicano impatti severi per i nostri pazienti e per le comunità, ora e nel futuro”, con un aumento dei tassi di mortalità e peggioramento della salute mentale.

La presa di posizione è in linea con quelle assunte già lo scorso anno dall’American medical association, dalla British medical association e da Doctors for the environment Australia. “Il cambiamento climatico è reale e avrà le prime e più gravi conseguenze sulla salute di popolazioni vulnerabili attorno al mondo, compresa l’Australia e la regione del Pacifico”, dichiara la mozione, che chiede al governo federale di promuovere una transizione attiva dai combustibili fossili all’energia rinnovabile, adottare obiettivi di mitigazione, promuovere i benefici alla salute dell’affrontare il cambiamento climatico e sviluppare una strategia nazionale su salute e cambiamento climatico. Gli ultimi dati ufficiali pubblicati giorni fa confermano che le emissioni di gas serra continuano a crescere in Australia. Le emissioni nazionali sono aumentate di 3,1 milioni di tonnellate nei 12 mesi fino a marzo scorso raggiugendo 538,9 milioni di tonnellate, un balzo dello 0,6% rispetto ai 12 mesi precedenti.