martedì 30 Novembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Il 2018 secondo “Nature”

Di Maio e Salvini al Quirinale per il giuramento del nuovo governo

È un anno che si chiude all’insegna di ansie e preoccupazioni, anche nella scienza. A destare timori, secondo la rivista Nature, una lunga lista di avvenimenti tra cui l’avanzare dei populismi nel mondo. Fra questi compare anche l’Italia, con la coalizione Lega-M5S e la marcia indietro sull’obbligo dei vaccini decisa dal ministro della Salute Grillo. Preoccupa, a livello mondiale, anche la poca considerazione per i cambiamenti climatici e alcuni esperimenti genetici poco “ortodossi”. Brillano invece le scoperte del lago salato nel sottosuolo di Marte, quelle su grafene, neutrini e la mappa stellare della missione Gaia.

Oltre all’Italia, Nature cita l’elezione di Bolsonaro in Brasile e il caos Brexit, che potrebbe creare problemi ai flussi di personale, tecnologie e farmaci dentro e fuori l’Unione Europea. Ma anche il controllo del budget dell’Accademia ungherese delle scienze da parte del presidente Orban. Nel suo bilancio di fine 2018, Nature rileva anche le sempre maggiori prove degli effetti del cambiamento climatico, come dimostrano le eccezionali ondate di incendi che hanno colpito Svezia, Canada e California. Questo mentre i governi stanno facendo molto poco per risolvere il problema: emblematici sono il cambio di rotta preso da Australia e Usa sul taglio delle emissioni inquinanti.

Ha destato molta preoccupazione anche la notizia dell’esperimento che ha portato alla nascita delle prime bambine geneticamente modificate con la Crispr, per non ammalarsi di Hiv, deplorata dai ricercatori di tutto il mondo. Un annuncio che chiude un anno di progressi nel campo genetico, fra cui i primi primati clonati con un metodo simile a quello della pecora Dolly e la scoperta di Denny, giovane donna vissuta 90.000 anni fa, figlia di un’unione mista tra due diversi gruppi di ominidi, i Neanderthal e i Denisovan.

Non mancano però le note positive, come la scoperta di una proprietà del grafene, che può imitare il comportamento di alcuni materiali superconduttori fatti di rame e ossigeno – i cuprati – e la recente revisione delle unità di misura, con l’approvazione di un piano per definirle usando le costanti fondamentali della natura invece di oggetti fisici di riferimento. Il 2018 è stato un anno importante anche per l’esplorazione spaziale. La Nasa ha iniziato a lavorare alla stazione spaziale che andrà vicino la luna e lanciato la sonda Parker solar verso il sole, mentre la Cina sta per tentare il primo atterraggio sul lato oscuro del nostro satellite. L’agenzia spaziale europea (Esa) ha lanciato la missione BepiColombo verso Mercurio e scoperto un possibile lago salato nel sottosuolo di Marte. Un grande risultato è stata la più accurata mappa della Via Lattea realizzata dalla missione Gaia dell’Esa e la scoperta della prima sorgente dei neutrini cosmici, che rende finalmente possibile dare la caccia ai raggi cosmici.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

LA LOTTA È SPERANZA. PRESENTAZIONE DI NUOVA ECOLOGIA DI DICEMBRE

DALLE 15:00. Introduce e modera Francesco Loiacono, direttore di Nuova Ecologia, intervengono: Mauro Albrizio, ufficio europeo di Legambiente, Tiziana Guerrisi, fondatrice Next New Media, Grazia Forino, attivista e volontaria del progetto Youth4Climate, Antonio Nicoletti, responsabile aree protette e biodiversità di Legambiente, e i giornalisti di Nuova Ecologia Fabio Dessì, Rocco Bellantone, Giulia Assogna. Durante la presentazione Gianlorenzo Ingrami realizza delle vignette in diretta

“La lotta è speranza”, il numero di dicembre de La Nuova Ecologia

La sfida della crisi climatica post Glasgow, le 100 notizie verdi del 2021, l’intervista allo scrittore Paolo Cognetti, l’inchiesta sui Parchi a 30 anni dalla legge quadro che istituì le aree protette in Italia e molto altro. La presentazione oggi alle ore 15.00 sul sito e sui canali social

Inquinamento fiumi in Campania, sequestrati beni per 78 milioni alla società Gesesa

Le indagini hanno rilevato la presenza diffusa di scarichi diretti dalle fogne dei Comuni di Benevento e della provincia nel Calore e nel Sabato

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

FORUM ECONOMIA CIRCOLARE TOSCANA

Dalle 9,00 la sesta edizione dell'Ecoforum Toscana. L'esperienza virtuosa di Prato circular city che ha come obiettivo l'accelerazione nella transizione ecologica della città. Innovazione e sostenibilità nella mission dei gestori, in attesa del nuovo Prb. Il racconto dai distretti (cartario, tessile, lapideo, vitivinicolo), le politiche per la riduzione degli sprechi, la gestione dei rifiuti urbani e l’analisi dei flussi sugli speciali

Mediateca delle Terre, un archivio per la cultura contadina

Crocevia inaugura a Roma l’Archivio e Mediateca delle Terre: oltre mezzo secolo di storia contadina in duemila filmati, fotografie, diapositive, libri e riviste da tutto il mondo

Agroecologia, la pastora Assunta Valente premiata ambasciatrice del territorio da Legambiente

Il riconoscimento in occasione del III Forum nazionale dell'Agroecologia Circolare di Legambiente. L'imprenditrice, che svolge la sua attività sulla montagna del frusinate al confine con il Parco d’Abruzzo Lazio e Molise, da tempo è vittima di atti intimidatori. L'appello della documentarista Anna Kauber: "Non lasciamola sola"
Ridimensiona font
Contrasto