sabato 19 Giugno 2021

Acquista

Login

Registrati

Api, la giornata mondiale per salvarla

Istituita dalle Nazioni Unite con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale sul ruolo di questi impollinatori sempre più minacciati. Nuovo appuntamento con Save the queen

La Giornata internazionale delle api è stata istituita nell’ottobre 2017 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite: in quella sede si è scelta la data del 20 maggio. L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale sul ruolo degli impollinatori: le api ma non solo hanno un’influenza sostanziale su cibi come frutta e verdura che dipendono direttamente dagli impollinatori. Le api, inoltre, sono sempre più minacciate dalle attività umane. Insetti, pesticidi, cambiamenti nell’uso del suolo possono ridurre i nutrienti a loro disposizione e rappresentare quindi una minaccia per le loro spesso numerose colonie.

Il 20 maggio: una data particolare

Il 20 maggio è stata scelta come data perché coincide con la nascita di Anton Jansa un allevatore e apicoltore sloveno che è ricordato come uno dei precursori dell’apicoltura. La Slovenia è un paese che ha promosso la celebrazione e ha riconosciuto questi insetti per la loro capacità di lavorare richiedendo pochissima attenzione allo stesso tempo.

Italia: apicoltori in aumento

Secondo dati rilasciati da Fai-Federazione Apicoltori Italiani, gli apicoltori censiti in Italia sono in costante aumento: ai circa 65.000 vanno aggiunti “almeno altri 10.000 che, specie tra i giovani, nonostante la pandemia, stanno manifestando il proposito di avvicinarsi a questo allevamento seguendo i necessari corsi di formazione”. Si è registrato anche l’incremento costante del patrimonio apistico nazionale che nell’ultimo censimento 2020 ha raggiunto la quota di 1.950.000 alveari per un valore stimato di 500 milioni di euro. La presenza di alveari sul territorio, genera in Italia, per l’organizzazione agricola, 2 miliardi di euro di valore della produzione delle colture di interesse agro-alimentare, cui si deve aggiungere quello dell’apporto ecosistemico che le api garantiscono con il servizio di impollinazione alla biodiversità dei nostri ambienti naturali, stimato in 150 miliardi di euro.
Il punto critico dell’apicoltura italiana- sottolinea la Federazione- è quello della produzione del miele, il cui valore potenziale annuo è atteso in circa 25.000 tonnellate e che invece, da ormai cinque anni, è soggetto a una costante riduzione dovuta alle avversità atmosferiche e ai cambiamenti climatici.

Save the queen a Roma 

In occasione della Giornata mondiale delle Api si terrà un nuovo appuntamento con “Save the queen”, nella cornice romana di Villa Mazzanti, la campagna di Legambiente dedicata alla tutela di questi preziosi impollinatori torna con un evento a sostegno delle apicoltrici e degli apicoltori che operano nel rispetto degli ambienti naturali e della salvaguardia della biodiversità.

Dopo la tappa di Amatrice, dove lo scorso giugno 50 alveari erano stati consegnati a cinque apicoltori delle aree del Centro Italia colpite dal sisma del 2016, 50 nuove arnie verranno donate ad altrettanti apicoltori laziali nella sede di Roma Natura. Nell’ambito dell’evento, inoltre, l’ente regionale Roma Natura sarà insignito del riconoscimento “Parco Save the Queen”.

“Save the queen” è una campagna che punta a informare i cittadini, fare rete con i territori e sensibilizzare il mondo istituzionale e imprenditoriale a mettere in campo interventi concreti per salvare le api a rischio estinzione: a minacciare la loro sopravvivenza, che gioca un ruolo cruciale nella tutela della biodiversità, sono in particolar modo l’utilizzo di pesticidi e di metodi di agricoltura intensiva, l’invasione di specie aliene, le modifiche nell’uso e nella gestione del suolo e gli effetti dei cambiamenti climatici.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Traffico illecito di rifiuti: 29 arresti in Calabria

Custodia cautelare in carcere per quindici degli indagati, domiciliari per gli altri. L'operazione diretta e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

La siccità rischia di essere “la prossima pandemia”

Ad affermarlo è l'Onu in un nuovo report. Almeno 1,5 miliardi di persone sono state direttamente colpite in questo secolo con un costo stimato di 124 miliardi di dollari

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

“Tra le pagine del mare”, il concorso letterario che racconta le località costiere italiane

L'iniziativa è organizzata dall’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, in collaborazione con Primiceri Editore. Saranno selezionati brevi racconti inediti, ambientati nei centri del nostro Paese affacciati sul mare

Dal 18 al 27 giugno il Decrescita Felice Bike Tour 2021

La manifestazione è alla sua sesta edizione. Un percorso di 300 km a tappe per amanti delle due ruote organizzato da Movimento per la Decrescita Felice e Altri Mondi Bike Tour

Roma, il Festival circolare alla Città dell’altra economia

Dal 16 al 18 giugno in mostra i protagonisti e le esperienze del progetto di educazione alla cittadinanza globale “Metti in circolo il cambiamento”. Spazio alle tredici idee vincitrici e alle esperienze di imprenditoria circolare

Sos tartarughe marine

Legambiente lancia un numero unico per raccogliere le segnalazioni di tracce o di piccoli di tartaruga sui litorali italiani. Un invito a mobilitarsi in modo semplice, inviando un messaggio whatsApp o un sms al 349 2100989
Ridimensiona font
Contrasto