I nostri primi 40 anni

Il primo numero di Nuova Ecologia esce nel gennaio 1979. Da allora raccontiamo, al fianco di Legambiente dal 1995, vertenze, sconfitte e vittorie ambientali in Italia e nel mondo con passione e rigore ICONA recensioni ABBONATI

Primo numero di Nuova Ecologia“Ora abbiamo la barca: dobbiamo ancora attraversare il mare”. Così cominciava la presentazione del primo numero di Nuova Ecologia nel gennaio 1979. Quarant’anni fa, a Milano, un collettivo formato da giovani ambientalisti con la passione del giornalismo mandava in stampa la propria rivista dopo essersi “scisso” da Acqua e Aria, di cui Ecologia era un supplemento. Da allora la nostra “barca” ha avuto al timone Virginio Bettini, Andrea Poggio, Paolo Gentiloni, Fulvia Fazio, Vittorio Papi, Enrico Fontana, Marco Fratoddi e, dallo scorso gennaio, Francesco Loiacono. Direttori che ne hanno accompagnato per miglia la navigazione, vedendo la nascita di ben 32 governi e vigilando sull’operato di due ministri dell’Ecologia e sedici dell’Ambiente. L’imbarcazione ha attraversato qualche momento di burrasca e navigato spesso contro vento, ma è sempre riuscita a restare a galla e a raccontare, al fianco di Legambiente dal 1995, vertenze, sconfitte e vittorie ambientali in Italia e nel mondo con passione e rigore. A cominciare, fin dal primo numero, dalle lotte per la localizzazione delle centrali nucleari in Italia, ben prima del referendum vinto nel 1987. Antonio Cederna, Alex Langer, Gianni Mattioli, Massimo Scalia, Marcello Cini, Enzo Tiezzi, Fabrizio Giovenale, Giancarlo Pinchera sono alcune delle firme che hanno reso La Nuova Ecologia, la prima rivista ambientalista nata in Italia, punto di riferimento nel panorama dell’informazione ambientale. Una menzione d’onore per Laura Conti, a cui la nostra cooperativa editoriale ha intitolato nel 2001 il corso di giornalismo am- bientale giunto alla sua XVII edizione, che ha formato oltre quattrocento giornalisti specializzati sui temi a noi cari. E un ricordo speciale per Andrea Pazienza che ha collaborato con noi negli anni Ottanta, “regalandoci” l’illustrazione di copertina contro la caccia del marzo 1986. In queste settimane, riaprendo vecchi faldoni, stiamo ricostruendo il nostro passato. Durante questo lavoro ci siamo resi conto che, nel 1986 e nel 1993 non è stata aggiornata l’annualità di pubblicazione e così, trascinando inconsapevolmente l’errore per tanto tempo, sulla copertina “dimostravamo” due anni in meno. Abbiamo posto rimedio in questo numero aggiornando l’annualità sotto alla testata. Un peccato che sapremo farci perdonare con una festa (di cui avrete presto notizie) in cui brinderemo ai nostri primi quarant’anni. E alla comunità che ha fatto crescere La Nuova Ecologia: chi ha vissuto la redazione, i collaboratori più giovani e naturalmente voi lettori.