Gualtieri: “Decarbonizzazione dell’ex Ilva è priorità del Recovery Plan”

In occasione di «Taranto Capitale del Green New Deal», l’iniziativa del Pd, i nuovi progetti per la città. Salute, lavoro, vantaggi fiscali e riqualificazione ambientale, puntando sull’idrogeno /Ex Ilva: a Taranto mortalità e malformazioni sopra la media

Un'immagine di uno degli stabilimenti dell'Ilva di Taranto

«La decarbonizzazione di Ilva sarà tra le priorità del Recovery Plan italiano» lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualteri, in conferenza stampa al Nazareno, in occasione dell’iniziativa del Pd dedicata a “Taranto Capitale del Green New Deal”.
«È una strada difficile, ma non ce ne sono altre – ha aggiunto – Questo progetto ha dei capisaldi fermi, tra cui il mantenimento dei livelli occupazionali e produttivi. Se Arcelor Mittal (ex Ilva, NdR) non dovesse essere d’accordo con il progetto, troveremo altri interlocutori». Per il ministro bisogna da subito lavorare per una più incisiva trasformazione che valorizzi l’investimento sull’idrogeno, uno dei perni più innovativi del Recovery Plan italiano.

«Lo Stato italiano – dichiara il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano –  è in debito con Taranto, dobbiamo cominciare a saldare questo debito nel più breve tempo possibile». 

Nel documento «Taranto capitale del Green new deal» il Partito democratico chiede “una vera e propria svolta” per l’ex Ilva, constatando che «purtroppo il modo in cui si è tentato di coniugare salute e lavoro si è rivelato inefficace». Il Pd impegna il Governo su quattro punti:
– una verifica dell’attuale impianto produttivo a ciclo integrale, in grado di tutelare la salute di cittadini e lavoratori salvaguardando, in ogni caso, i livelli occupazionali;
– un progetto per «l’utilizzo del “Just Transition Fund” e del Recovery Fund per progettare la progressiva decarbonizzazione;
– la piena applicazione delle recenti misure normative come «la fiscalità di vantaggio, il rafforzamento delle Zes e il credito d’imposta in ricerca e sviluppo rafforzato al Sud;
– «un tavolo» che possa realizzare quanto previsto nel piano del Pd per la «Taranto Verde».

 «Le proposte del Pd per la svolta green di Taranto – commenta Nicola Zingaretti – nascono dall’impegno che abbiamo preso con i cittadini e con il territorio. Salute e lavoro, riqualificazione ambientale, decarbonizzazione, fiscalità di vantaggio. Un nuovo inizio per Taranto, per un modello di sviluppo sostenibile grazie al protagonismo delle forze della città e alle risorse europee del Recovery Fund».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE