giovedì, Ottobre 29, 2020

Greta ai giovani: “Sto bene, ma potrei essere stata contagiata. #StayAtHome”

Greta Thunberg

Greta Thunberg, la giovane attivista svedese che ha dato vita al movimento globale Fridays for future con manifestazioni e scioperi contro il cambiamento climatico, ha dichiarato  sul suo profilo Instagram di non essere stata bene al rientro dal suo viaggio in Europa, e di aver avuto sintomi simil influenzali, come quelli caratteristici del contagio da Coronavirus.

“Nelle ultime due settimane sono rimasta a casa. Quando sono tornata dal mio viaggio in giro per l’Europa centrale mi sono isolata in un appartamento lontano da mia madre e mia sorella” racconta Greta nel suo post. “Circa dieci giorni fa ho iniziato a sentire alcuni sintomi, esattamente nello stesso periodo di mio padre – che viaggiava con me da Bruxelles. Mi sentivo stanca, avevo i brividi, il mal di gola e tossivo. Mio padre ha avuto gli stessi sintomi, ma molto più intensi e con la febbre” scrive.  

Sottolinea che in Svezia non si può fare il test per il Covid-19, a meno che non si abbia bisogno di cure mediche urgenti, e per questa ragione non ha potuto fare il tampone. Però, afferma, “è estremamente probabile che io l’abbia avuto, dati i sintomi e le circostanze collaterali”.

Ora che lei e suo padre stanno bene, Greta vuole mandare un messaggio diretto ai tanti giovani che la seguono in tutto il mondo. “Quasi non mi sentivo male. Il mio ultimo raffreddore è stato molto peggio! Se non fosse stato per qualcun altro che aveva il virus in contemporanea, forse non avrei nemmeno sospettato nulla. Avrei semplicemente pensato che mi sentivo stanca e che avevo un po’ di tosse. Ed è proprio questo che rende il virus molto più pericoloso. Molti (soprattutto i giovani) potrebbero non notare alcun sintomo, o sintomi molto lievi. Non sapendo di avere il virus, potrebbero trasmetterlo a persone più a rischio. Noi che non apparteniamo a fasce a rischio abbiamo un’enorme responsabilità, le nostre azioni possono fare la differenza tra la vita e la morte per molti altri. Ricordatevi di prendervi sempre cura l’uno dell’altro e di aiutare chi ne ha bisogno”.

Così conclude Greta, che invita tutti a rimanere a casa e a seguire le misure consigliate dai medici, con l’obiettivo comune di abbassare la curva del numero dei contagi nel mondo. 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Nel 2019 cinquanta banche hanno finanziato la perdita di biodiversità

Nel 2019 le 50 banche più potenti del pianeta hanno investito su imprese che con le loro attività stanno accelerando l'estinzione di specie animali e la sparizione di ecosistemi. Tra queste anche due istituti di credito italiani. La denuncia nel rapporto Bankrolling extinction del collettivo Portfolio Earth

Stop a oli di palma e di soia per usi energetici: arriva il Sì del Senato

Con il voto della Camera, l’Italia potrebbe essere il terzo paese europeo ad anticiparne la fine, imposta dall'Ue per il 2030

“Ripartiamo dall’acqua”, idee e proposte per l’Italia

Al 2° Forum sul servizio idrico integrato sostenibile Legambiente lancia 5 proposte con al centro riqualificazione, innovazione e investimenti strategici per il Sud. L'associazione: “Ecco il nostro progetto per fare del servizio idrico un pilastro del Piano nazionale di ripresa e resilienza” / GUARDA IL VIDEO DELL'INCONTRO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
20,911FollowersFollow

Gli ultimi articoli

Nel 2019 cinquanta banche hanno finanziato la perdita di biodiversità

Nel 2019 le 50 banche più potenti del pianeta hanno investito su imprese che con le loro attività stanno accelerando l'estinzione di specie animali e la sparizione di ecosistemi. Tra queste anche due istituti di credito italiani. La denuncia nel rapporto Bankrolling extinction del collettivo Portfolio Earth

Stop a oli di palma e di soia per usi energetici: arriva il Sì del Senato

Con il voto della Camera, l’Italia potrebbe essere il terzo paese europeo ad anticiparne la fine, imposta dall'Ue per il 2030

“Ripartiamo dall’acqua”, idee e proposte per l’Italia

Al 2° Forum sul servizio idrico integrato sostenibile Legambiente lancia 5 proposte con al centro riqualificazione, innovazione e investimenti strategici per il Sud. L'associazione: “Ecco il nostro progetto per fare del servizio idrico un pilastro del Piano nazionale di ripresa e resilienza” / GUARDA IL VIDEO DELL'INCONTRO

Vaia, due anni dopo: gli alberi schiantati diventano l’edificio in legno più alto d’Italia

Un progetto di social housing a Rovereto: 9 piani per 29 metri, costruito con il prezioso legno degli alberi caduti, grazie al lavoro di aziende certificate PEFC e aderenti alla Filiera Solidale

Ciao Rita

Il Covid-19 ci ha portato via Rita Tiberi ed è un immenso dolore. È stata una colonna portante di Legambiente praticamente da sempre, in...