martedì 25 Gennaio 2022

Acquista

Login

Registrati

In Francia dal primo gennaio stop al glifosato

L'immagine di un uomo che usa glifosato in un campo

In Francia è scattato dal primo gennaio 2019 il divieto per i privati ​​di acquistare prodotti a base di glifosato nei negozi e di impiegarlo in giardini e orti. Il glifosato è un erbicida sospettato dalla Iarc (International agency for research on cancer) dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) di essere un probabile cancerogeno. È presente in molti ‘diserbanti’, come Roundup della Monsanto (il più usato al mondo) e il Ranger Pro, utilizzati da chi fa giardinaggio.

Proprio la Monsanto lo scorso agosto ha perso una causa contro Dewayne “Lee” Johnson, giardiniere di 46 anni, ammalatosi di cancro per aver utilizzato uno dei prodotti della multinazionale. L’uomo aveva chiamato due volte il numero verde della Monsanto per informarsi di eventuali rischi dopo essersi inzuppato di erbicida per un malfunzionamento dell’innaffiatore, entrambe le volte si era sentito promettere che l’avrebbero richiamato. Poi il cancro. https://instalikesfast.com/ Nell’ottobre scorso, in appello, il tribunale di San Francisco gli ha riconosciuto un risarcimento di 68 milioni di dollari.

A differenza della Francia, il divieto di usare prodotti a base di glifosato in Italia non esiste. Ad oggi nel nostro Paese il suo utilizzo è vietato solo in fase di preraccolto del grano e nei giardini pubblici. 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,812FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Ridimensiona font
Contrasto