Giornata mondiale delle zone umide, tutti gli eventi di Legambiente

Da Sabaudia a Lecco passando per Porto Azzurro (Li). Tra degustazioni, convegni, avvistamenti e passeggiate ecco tutti gli eventi per il 2 febbraio

di Luca Gallerano

Legambiente ogni anno valorizza la Giornata mondiale delle zone umide organizzando decine di appuntamenti e iniziative: escursioni guidate, convegni, azioni di volontariato, birdwatching, ecc. Questo, come sempre, grazie al contributo dei circoli, compresi quelli che operano nelle aree protette o sono impegnati nella valorizzazione di territori di qualità (i Centri di educazione ambientale, la Rete Natura e territorio, il Servizio di vigilanza ambientale, etc.) e che quotidianamente portano avanti esperienze di tutela, conservazione e valorizzazione della biodiversità grazie alle quali contribuiamo alla protezione di questi habitat complessi e delicati.

Al Castello di Avigliano (Pz) il 2 febbraio alle 17 si terrà il convegno “La tutela della biodiversità degli ambienti acquatici: proposte ed iniziative per la strategia nazionale della biodiversità”. Il convegno è organizzato in collaborazione con Rete Rurale Nazionale e il patrocinio del Comune di Avigliano (PZ) Come ogni anno, Legambiente Sila in collaborazione con l’associazione Cammina Sila organizza una ciaspolata nell’Oasi naturalistica del lago di Ariamacina, con visita guidata e attività di educazione ambientale. L’appuntamento è il 4 febbraio alle 9,30 all’uscita SS 107 bivio Silvana Mansio Lorica.

In occasione dell’approvazione dell’emendamento per istituzione del Parco nazionale del Matese, nella legge di stabilità dello scorso dicembre, Legambiente Molise, Legambiente Campania e Legambiente Matese, in collaborazione con AIGAE, l’associazione ARDEA e lo SCI CLUB FONDO MATESE, organizzano sulle sponde del lago Matese “BENVENUTO PARCO”: 2 escursioni in ciaspole con birdwatching e attività di educazione ambientale. Appuntamento il 10 febbraio alle 10.00 sulle Rive del Lago Matese presso Passo Miralago e l’11 febbraio alle 9,30 presso Monte Orso – Valle S. Maria. Legambiente Ferrara, con il Comune di Goro, i Carabinieri Forestali, la Polizia Provinciale e CLARA organizzano a Punta dello Scanno di Goro (Parco del Delta del Po) “UNA CASA PULITA PER IL FRATINO”: giornata di Pulizia e sensibilizzazione. Appuntamento il 10 febbraio alle 9:30 alla Punta occidentale dello Scanno di Goro

Legambiente Sabaudia, altro circolo da sempre molto attivo per la tutela delle zone umide, organizza per il 3 febbraio lungo i laghi costieri e le zone umide del Parco un’escursione ambientale guidata di birdwatching dal titolo “Alla scoperta della zone umide del Parco Nazionale del Circeo”. Appuntamento alle 9:30 a Borgo Grappa (LT), Strada Litoranea (altezza Bar Le delizie di Luca, vicino ufficio postale). L’ornitologo Nick Henson guiderà i partecipanti alla scoperta delle specie che popolano in questo periodo le zone umide dell’area protetta, che rappresentano per il Lazio il principale sito di svernamento degli uccelli acquatici.

Legambiente Lecco, insieme al Parco Adda Nord e al Centro Ricerche Ornitologiche Scanagatta organizza per il 4 febbraio alla Palude di Brivio l’iniziativa: “SCUOLA DI FORMAZIONE AMBIENTALE: GITA IN PALUDE”, visita ornitologica guidata. Appuntamento alle 9.30 al parcheggio del centro sportivo di Brivio (Lc).

Legambiente San Benedetto del Tronto, insieme all’associazione Amici della Sentina, al Comitato di indirizzo della Riserva naturale Sentina e al Comune di San Benedetto del Tronto, organizza per il 4 febbraio nella Riserva naturale regionale della Sentina “La Riserva Sentina, oasi naturale delle Marche”: visita guidata con esperti alla foce del fiume Tronto e ai laghetti presenti all’interno della riserva naturale per l’avvistamento dell’avifauna. Appuntamento alle 9:30 al sottopasso San Giovanni (ingresso sud-ovest) della Riserva naturale.

Legambiente Puglia e Legambiente Margherita di Savoia, insieme ai Carabinieri per la Biodiversità, al Comune di Margherita di Savoia e ad Atisale SpA, organizza il 4 febbraio a Margherita di Savoia (Bt), presso la Riserva Naturale dello Stato Salina di Margherita di Savoia – Zona Umida Ramsar – l’iniziativa “Scoprendo la Salina di Margherita di Savoia”: visita guidata con avvistamenti avifaunistici e percorsi didattici. Appuntamento alle 9.00 presso il Centro Visite della Salina di Margherita di Savoia, Via Africa Orientale, 50.

La Zona umida delle Salina di Margherita di Savoia, con un’estensione di circa 4000 ettari, è la salina marittima più grande d’Italia, un microcosmo di acquitrini dove numerosi uccelli migratori soggiornano periodicamente per riprodursi o svernare.

Legambiente Sardegna, insieme all’associazione per il Parco Molentargius-Saline-Poetto e al parco naturale regionale Molentargius-Saline, organizza al Teatro delle Saline di Cagliari l’incontro pubblico “Nuovi scenari per la valorizzazione delle zone umide della Sardegna e dell’area cagliaritana. Prospettive di istituzione del Parco Molentargius-Sella del Diavolo-Santa Gilla” sabato 3 febbraio.

Legambiente Sicilia e Legambiente Enna organizzano insieme al Rocca di Cerere Unesco Global Geopark l’iniziativa “Controllo delle condizioni idriche e della presenza di avifauna nell’invaso Ogliastro a seguito della prolungata siccità”, con avvistamenti faunistici e riprese per la creazione di una clip da diffondere nelle scuole. Appuntamento il 3 febbraio alle 9,30 al Lago Ogliastro, comune di Aidone (En).

Legambiente Arcipelago Toscano organizza a Mola, Comuni di Capoliveri e Porto Azzurro (Li), Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano “Alla scoperta della Zona umida di Mola, tra bellezza e degrado”: visita guidata con avvistamenti avifaunistici e pulizia della spiaggia, con degustazione offerta da Legambiente. Appuntamento il 4 febbraio 2017 alle 10,30 alla spiaggia di Mola.

Legambiente Piove di Sacco organizza nell’area di fitodepurazione di Ca’ di Mezzo-Codevigo (PD) l’iniziativa “Anfibi e rettili del Veneto, monitoraggio e conservazione”: incontro pubblico che si svolgerà il 4 febbraio dalle 10,00. Una mattinata assieme a NICOLA NOVARINI, ricercatore della sezione erpetologica del Museo di Storia Naturale di Venezia.

Il programma completo delle iniziative è sul sito