sabato 8 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Agricoltura: a Bari la protesta dei gilet arancioni

Migliaia di persone protestano a Bari indossando i gilet arancioni

Scortati dalle forze dell’ordine, circa 150 trattori guidati dai gilet arancioni hanno raggiunto da questa mattina Bari, in piazza Libertà, per denunciare lo stato di crisi che l’agricoltura pugliese sta vivendo. Uno stallo produttivo dovuto alle gelate dello scorso anno, alla diffusione della xylella e ai continui ritardi dell’approvazione di un piano di sviluppo rurale.

La manifestazione è stata organizzata per protestare contro “l’immobilismo del governo giallo-verde e della Regione”, ha spiegato Onofrio Spagnoletti Zeuli, portavoce del movimento. “Il ministro Centinaio venga qui in Puglia per capire quale dramma stiamo vivendo. Chiediamo il riconoscimento dello stato di calamità dopo le gelate di febbraio dello scorso anno, azioni incisive e definitive contro il batterio della xylella e lo sblocco delle risorse del programma di sviluppo rurale”. E sul batterio che ha causato la moria di ulivi, il portavoce ha dichiarato: “Ormai è alle porte di Bari, avevamo un piano dall’Unione europea ma ‘certi ambientalisti’ si sono messi contro”, vanificando la creazione delle aree cuscinetto”.

In piazza accanto agli agricoltori ci sono le sigle Agci, Associazione frantoiani di Puglia, Cia, Confagricoltura, Confocooperative, Copagri, Italia olivicola, Legacoop, Movimento nazionale agricoltura, Unapol, Liberi agricoltori, Cgil, Cisl, Uil, i Comuni con l’Anci, l’ordine degli Agronomi e il collegio regionale dei periti agrari. Assenti invece Coldiretti e il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Solidarietà ai gilet arancioni è stata espressa, tra gli altri, dal presidente del Consiglio regionale della Puglia, Mario Loizzo. “La protesta degli olivicoltori pugliesi è sacrosanta – ha dichiarato in una nota – I danni ingentissimi provocati dalle gelate del marzo 2018, dalle altre calamita’ naturali e dalla tragedia della xylella, si aggiunge la beffa del governo nazionale e della maggioranza giallo-verde che, non approvando la deroga, costringono sostanzialmente gli agricoltori a non poter usufruire delle provvidenze previste dalle legge sulle calamita'”. “Ci auguriamo – ha aggiunto – che il buon senso prevalga e che a breve da Roma arrivino segnali positivi, per vedere garantiti agli olivicoltori pugliesi gli indispensabili risarcimenti”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

Giornata mondiale degli uccelli migratori, tanti esemplari a rischio

Ricorre l'8 maggio ed è stata creata per sensibilizzare alla tutela della biodiversità e degli habitat in cui l'avifauna vive. Un fine settimana pieno di iniziative

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Sex and the cancer, contro ogni tabù

C’è un aspetto nella diagnosi di cancro di cui ancora troppo poco si parla: come cambia la sessualità con e dopo il tumore. Appuntamento all’11 maggio con un convegno sul tema

L’87% dei cittadini di Roma e Milano chiede più spazi verdi

È quanto emerge dai dati italiani del sondaggio europeo YouGov, commissionata dal movimento europeo Clean Cities di cui fanno parte Legambiente e Kyoto Club. Firma la petizione per una mobilità a zero emissioni

Dal 2 all’8 maggio la Settimana internazionale sulla consapevolezza del compost

Obiettivo dell'iniziativa, che si conclude l'8 maggio, è creare consapevolezza sui vantaggi dell'uso del compost e del recupero valorizzato di sostanze organiche per la società civile, il suolo e l'ambiente. Anche quest'anno tra i promotori c'è il Consorzio italiano compostatori
Ridimensiona font
Contrasto