sabato 28 Novembre 2020

Giappone, obiettivo emissioni zero entro il 2050

Il governo giapponese si impegnerà presto a ridurre a zero le emissioni di gas serra entro il 2050. Con questo nuovo obiettivo, che sarà presentato la prossima settimana dal Primo Ministro Yoshihide Suga in un discorso ai legislatori, il Giappone raggiungerà finalmente le stesse prospettive dell’Unione Europea. Le aziende di settori come l’energia elettrica, le automobili e l’acciaio dovranno adottare misure severe per rispettare gli impegni presi.

Suga annuncerà l’obiettivo “emissioni zero” durante il suo primo discorso alla Dieta, il parlamento giapponese, e il governo ha già in mente di incrementare la promozione attiva delle energie rinnovabili. Se tutto andrà nel modo giusto, nel 2050 il bilancio netto tra la quantità totale di emissioni di gas serra (come anidride carbonica e metano) e la quantità assorbita dalle foreste e da altri processi naturali sarà pari a zero.

Il nuovo obiettivo di Suga è già stato fissato dall’Unione Europea ed è in linea con le decisioni prese nell’Accordo di Parigi. Per raggiungerlo, il Regno Unito, la Francia e la Germania hanno deciso di abolire le centrali elettriche a carbone, mentre il Giappone rivedrà il suo piano energetico di base nell’estate del 2021. Entro il 2030 la produzione di energia nucleare rappresenterà dal 20% al 22% del fabbisogno di energia elettrica del Paese, l’energia rinnovabile (soprattutto fotovoltaico ed eolico) rappresenterà dal 22% al 24%, mentre il 56% proverrà dalla produzione di energia termica come il carbone e il gas naturale.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,147FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Messico, attivista ambientale sequestrato da 33 giorni

È Miguel Vasquez, trent'anni in difesa della natura, per bloccare le centrali idroelettriche. Presunti rapitori hanno fatto sparire ogni traccia

Al via la campagna “Compostabile, una scelta naturale” sul corretto smaltimento di biopolimeri

Vanno nell’umido insieme agli scarti di cucina, per essere trasformati in compost. BioTable e Legambiente per un’economia circolare

Le regioni con maggiori fragilità sociali sono anche quelle con più criticità ambientali

È quanto emerge dal rapporto "Territori civili. Indicatori, mappe e buone pratiche verso l’ecologia integrale" di Caritas e Legambiente che racconta il territorio italiano

Armi, secondo la Legge di Bilancio nel 2021 verranno spesi 6 miliardi di euro

Campagna Sbilanciamoci e Rete Italiana Pace e Disarmo: "Per noi è chiaro. Più sanità e istruzione, meno armamenti"

Alluvione a Crotone, “per l’emergenza climatica il tempo è scaduto”

Appello di Legambiente Calabria dopo l'ennessimo disastro ambientale nella città calabrese. La presidente Anna Parretta: "Indispensabile che la Regione Calabria affronti l’emergenza climatica a partire dai nodi irrisolti del dissesto idrogeologico, dell’abusivismo edilizio e delle scelte urbanistico-edilizie totalmente errate”