giovedì 23 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Galápagos, accessi bloccati per impedire la diffusione del Coronavirus

Anche le Galápagos, le lussureggianti e remote isole al largo dell’Ecuador che hanno ispirato la teoria dell’evoluzione delle specie di Charles Darwin, si difendono dal Coronavirus.

L’arcipelago è considerato uno dei siti naturali con la maggiore biodiversità del pianeta, e le autorità vogliono assicurarsi che l’epidemia di Covid-19, che sta imperversando ormai in più di 170 paesi, non raggiunga i 30mila residenti, che fortunatamente non hanno denunciato nessun contagio.

Il Vicepresidente dell’Ecuador, Otto Sonenholzer, ha dichiarato che l’accesso sarà consentito solo a quei turisti, nazionali o stranieri, che avranno già trascorso 14 giorni in isolamento preventivo obbligatorio sulla terraferma e che alla fine del periodo non mostreranno alcun sintomo. È la prima volta che nell’arcipelago vengono adottate misure così drastiche.

“È stata una misura necessaria – dichiara Sonnenholzer – all’interno di un decreto governativo che prevede anche restrizioni per gli stranieri in arrivo nel nostro paese, la chiusura parziale delle frontiere e il divieto di circolazione interna”. Ha poi riconosciuto che il sistema sanitario locale delle isole non avrebbe avuto le possibilità per affrontare in maniera adeguata eventuali casi di contagio, aggiungendo che la decisione presa è una misura di prevenzione che tutela anche i viaggiatori. Bloccate invece tutte le attività accademiche, ricreative e le manifestazioni religiose.

Le Galápagos, nel solo 2019, hanno ospitato 270mila turisti da ogni parte del mondo, un flusso quotidiano molto elevato, garantito dai frequenti collegamenti con l’Ecuador continentale, dove nel frattempo il numero dei contagi è salito a 155.

Un periodo di calo del turismo e di blocco dei trasporti non può che far arricchire ulteriormente la meravigliosa flora delle isole, riconsegnandole alle innumerevoli specie animali, tra cui tartarughe, iguane, sule, pellicani, lucertole, fenicotteri e leoni marini, che da sempre le abitano.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Giulia Assogna
Biologa specializzata in Biodiversità e Gestione degli ecosistemi. Dopo lo studio in Spagna, un periodo di ricerca sul campo nella foresta brasiliana (Bahia) e un Master in Comunicazione della scienza, ora si occupa di giornalismo ambientale, ecologia, evoluzione e progressi biotecnologici. Collabora con La Nuova Ecologia, Le Scienze e Mind.

Articoli correlati

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto