mercoledì 19 Gennaio 2022

Acquista

Login

Registrati

Terza edizione del Forum Internazionale dedicato alla New Space Economy

È al via la terza edizione di NSE ExpoForum, evento di riferimento nazionale ed europeo per la New Space Economy, che dal 9 al 11 dicembre vedrà coinvolti relatori provenienti da tutto il mondo, anche quest’anno in modalità web per ragioni di sicurezza legate alla pandemia.  Dopo il grande successo della prima edizione del 2019, in presenza, e l’edizione web del 2020, la Fondazione Amaldi e Fiera Roma con il patrocinio di ASI (Agenzia Spaziale Italiana), ripropone NSE per discutere le tantissime novità della New Space Economy: nonostante i problemi legati all’emergenza pandemica, la crescita di questo settore è stata infatti straordinaria in termini economici, di nuove iniziative e di indotto. Le attività scientifiche e tecnologiche del settore spaziale sono strettamente collegate all’innovazione e toccano le discipline e le aree di interesse più disparate.

Le cifre

Dal 2016, la Space Economy ha visto quadruplicare gli investimenti. Oltre ai principali attori della nuova era commerciale dello spazio, Space X, Virgin Galactic e Blue Origin, oggi partecipano alla nuova corsa spaziale molte altre compagnie private: le prime 10 generano un business che si proietta verso i 550 miliardi di dollari. Si tratta di numeri molto importanti che candidano il settore spaziale a diventare un riferimento per l’economia del futuro. Dal 2010 al 2019 i ricavi sono cresciuti del 70 per cento, raggiungendo oggi 424 miliardi di dollari. Le proiezioni delle maggiori banche d’investimento indicano un decennio di crescita a ritmi ancora più sostenuti. L’economia collegata al settore spazio ingloba oggi molte attività: dallo sviluppo dei lanciatori a quello di nuovi materiali, dai servizi offerti dai satelliti per l’osservazione della Terra alle missioni scientifiche e di esplorazione del cosmo. I servizi dei satelliti per il telerilevamento offrono, in particolare, servizi di supporto per l’agricoltura, per la valutazione delle condizioni ambientali di mari ed oceani, per lo studio dei cambiamenti climatici, per il monitoraggio delle infrastrutture degli operatori dell’energia, e molto altro ancora. Le molteplici opportunità offerte dalla New Space Economy creano lo spazio per la rapida crescita delle startup più promettenti. Nell’ultimo decennio più di dieci startup hanno fatto il salto di qualità diventando attori della scena internazionale.
«La New Space Economy – commenta Maria Cristina Falvella, Presidente della Fondazione Amaldi – è stata riconosciuta dall’OECD come uno dei più efficaci motori di crescita economica, ben oltre il perimetro del comparto spaziale, e ha continuato a registrare un forte trend di crescita nonostante le difficoltà logistiche generate dalla pandemia. Al contrario, la necessità dovuta alle restrizioni sanitarie di ridurre drasticamente l’accesso alle infrastrutture fisiche, ha contribuito a valorizzare le opportunità e le ricadute degli investimenti nella ricerca spaziale. A tal proposito, il New Space Economy ExpoForum, che  con un appuntamento annuale dal 2019 propone un approccio innovativo al settore spazio come piattaforma abilitante per applicazioni e servizi, si conferma un evento di riferimento nazionale ed europeo per attivare un dialogo sempre più efficace tra interlocutori che operano in settori diversi, ma che hanno come comune denominatore una forte vocazione all’innovazione, e sono interessati a esplorare le potenzialità dell’ecosistema spaziale per contribuire alle sfide più ambiziose della società globale».

I 5 topic del 2021

Il programma di NSE 2021, è stato preparato dal Comitato scientifico internazionale coordinato dal Professor Roberto Battiston, membro del Comitato scientifico della Fondazione Amaldi. I temi di quest’anno sono collegati alle grandi sfide che la società deve affrontare, e in cui il contributo dello spazio può accelerare per lo sviluppo di soluzioni: ambiente, resilienza, protezione del valore. Anche quest’anno, l’ExpoForum dedicato allo spazio è stato ideato per offrire una ricca proposta digitale di progetti e contenuti in modalità virtuale.
NSE ExpoForum 2021 è suddiviso in cinque aree tematiche: Space an Accelerator to Address Social Needs, su come, e in che misura, le attività spaziali possono contribuire alle necessità di carattere sociale per la vita terrestre di tutti i giorni; Resilience, su come lo spazio può risolvere i grandi problemi del Pianeta Terra, compresi quelli dell’ambiente, del clima e dell’ecosistema terrestre, affrontati nella sessione Climate. Inoltre, Assets Protection, su come, dallo spazio e tramite le nuove tecnologie, è possibile rendere più sicura e controllata la grande mole di dati e informazioni con cui quotidianamente conviviamo. Infine Finance, sulle nuove opportunità commerciali che offre il settore.
«L’edizione di NSE 2021 affronta i temi identificati come i più urgenti per la società, clima, resilienza, protezione del valore, contesti in cui lo spazio può fare la differenza accelerando, potenziando e migliorando le risposte alle sfide che siamo chiamati ad affrontare. Quest’anno la partecipazione di speaker internazionali è particolarmente significativa, testimonianza del crescente interesse che questo forum sta raccogliendo sia in ambito space che non space, il settore dove maggiormente viene creato il valore della New Space Economy», commenta il Professor Roberto Battiston.

Il programma

L’NSE ExpoForum, aprirà alle ore 9.30 di giovedì 9 dicembre con i saluti del Presidente dell’ASI Giorgio Saccoccia, di Maria Cristina Falvella, Presidente della Fondazione Amaldi, di Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio  e di Roberto Battiston, Università di Trento e Chair del Comitato Scientifico di NSE 2021.
La sessione di apertura è dedicata all’Europa e alla sua strategia spaziale. Interverranno l’Europarlamentare Massimiliano Salini, che farà il punto sulle attività spaziali in ambito EU, il Direttore Generale dell’ESA Josef Aschbacher ed il Direttore di EUSPA, Rodrigo da Costa. La sessione proseguirà con gli interventi, tra gli altri di Massimo Comparini, CEO di Thales Alenia Space Italia, Frederic Nordlund di ESA, Jean Jacques Dordain, già Direttore Generale dell’ESA e Chair del Comitato Scientifico della Fondazione Amaldi, Luigi Pasquali, CEO di Telespazio, Xavier Pasco della Fondation pour la Recherche Stratégique, Chris Rapley, Professore sul Clima per l’University College di Londra.
Nel pomeriggio del 9 dicembre, dopo la Sessione introduttiva SPACE AS AN ACCELERATOR TO ADDRESS SOCIAL NEEDS si terrà la sessione dedicata al tema RESILIENCE: interverranno, tra gli altri,  Catherine Kavvada della Direzione Generale per l’Industria della Difesa e dello Spazio della Commissione Europea, Rafal Modrzewsky, CEO e co-fondatore di ICEYE, Franco Malerba, primo astronauta italiano, ora imprenditore con le  Start Up SpaceV e DBSpace, Piero Messidoro, Space Advisor Regione Piemonte, Michal Brichta, a capo dello Slovak Space Office, Paul Liias, a capo dello Space, Ministry of Economic Affairs dell’Estonia, Veronica La Regina, CEO Nanoracks Europe, Gino Bucciol, co-fondatore e Direttore Sviluppo Commerciale di Officina Stellare e Mariella Graziano, Direttore Esecutivo della Divisione Sistemi di Volo e Robotica di GMV Aerospace.
La mattinata della seconda giornata, venerdì 10 dicembre, sarà dedicata al tema CLIMATE. La sessione sarà aperta alle ore 9.00 da Simonetta Cheli, nuovo Direttore del Centro Esrin dell’ESA, seguita, tra gli altri da Roberto Battiston, Università di Trento e Chair del Comitato Scientifico di NSE 2021, Maria Fabrizia Buongiorno, Presidente di Egeos, Andrea Taramelli, Coordinatore del Copernicus User Forum, Michael Davis, a capo della Andy Thomas Space Foundation, Juliette Lambin, CNES and ESA PB-EO, Irene Benito, Product Marketing Manager for Government, Planet, Andy Court, Principal di TNO Innovation for life, Diane Howard, direttrice di Commercial Space Policy NSpC, EOP National Space Council, Alessandra Vernile, Project Groups, SGAC, Adnan Al Rais, Senior Director of Remote Sensing at MBRSC.
Nel pomeriggio, si terrà invece la sessione su  ASSETS PROTECTION  aperta da Rolf Densing, Direttore delle Operazioni in ESA e che vedrà coinvolti, tra gli altri, Sorin Ducaru, Direttore di SATCEN, Ignazio Dogliani, CEO di SIPAL, e Maurizio Cheli, astronauta e membro del CdA dell’ASI, Aarti Holla-Maini, Secretary General EMEA Satellite Operators Association (ESOA), Stefano Iannitti, Head of Security, EUSPA, Jacob Geer, Head of Space Sustainability and Tracking, UKSA, Juan Tomàs Hernani, CEO di Satlantis, Mirko Ermini, Ricerca Innovativa, RFI
La mattinata conclusiva dell’NSE ExpoForum, sabato 11 dicembre, sarà dedicata ai temi dell’economia, con la sessione FINANCE. Sarà aperta alle ore 9.00 da Geraldine Naja, D/CIP, ESA, e vedrà coinvolti, tra gli altri, Marco Ferrazzani, Responsabile settore legale dell’ESA, Raffaele Mauro, di Primo Space Fund, Sébastien Moranta, Research Manager, ESPI, Luca Rossettini, CEO di D-Orbit, Olivier Dubuisson, di KARISTA, Lorenzo Feruglio, fondatore e CEO di AIKO, Ugo Celestino, Directorate General, DEFIS, EC, Leon Alkalai, fondatore e Chief Executive Officer di Mandala Space Ventures, Lana Graf, PhD Venture Capital – Global Head for Ai/Deep Tech/Robotics, Department of Disruptive technologies and Funds.
NSE 2021 si concluderà alle ore 12,30 con la premiazione delle migliori start up che hanno partecipato ad una apposita selezione seguita dalla consegna del premio NSE 2021 alla carriera ad una personalità del settore spaziale.
L’Agenzia Spaziale italiana (ASI) ha fornito il patrocinio per NSE ExpoForum 2021, organizzato da Fondazione Amaldi e Fiera Roma con il supporto di Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma, Enterprise Europe Network, ASAS, AIPAS e AAD.

Per partecipare

È possibile partecipare e seguire l’NSE ExpoForum su: www.nseexpoforum.com
Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,810FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Ridimensiona font
Contrasto