Le foreste tropicali stanno perdendo la capacità di assorbire carbonio

La capacità di assorbimento ridotta di un terzo rispetto agli anni ’90. L’allarme in una ricerca condotta da 100 istituzioni scientifiche pubblicata su “Nature”

foto di una foresta tropicale in fiamme

Le foreste tropicali assorbono meno anidride carbonica dall’aria, riducendo la loro capacità di agire come “pozzi di assorbimento del carbonio”.

“Abbiamo scoperto che uno degli impatti più preoccupanti dei cambiamenti climatici è già iniziato”, ha dichiarato al Guardian Simon Lewis, professore della facoltà di geografia dell’Università di Leeds e autore di una ricerca alla quale hanno partecipato quasi 100 istituzioni scientifiche sulla quantità di carbonio assorbita dalle foreste tropicali.

Secondo questa ricerca pubblicata su Nature, adesso le foreste stanno assorbendo un terzo in meno di carbonio rispetto agli anni ‘90, e ciò avviene a causa delle temperature più elevate, della siccità e della deforestazione. “Finora gli umani sono stati fortunati, poiché le foreste tropicali stanno assorbendo molto del nostro inquinamento, ma non possono continuare a farlo indefinitamente – ha aggiunto Simon Lewis – Dobbiamo frenare le emissioni di combustibili fossili prima che il ciclo globale del carbonio inizi a lavorare contro di noi. Il momento per agire è ora”.

L’assorbimento di carbonio dall’atmosfera da parte delle foreste tropicali ha raggiunto il picco negli anni ‘90, quando circa 46 miliardi di tonnellate sono state rimosse dall’aria, pari a circa il 17% delle emissioni di biossido di carbonio prodotte dalle attività umane. Nell’ultimo decennio l’assorbimento è sceso a circa 25 miliardi di tonnellate, solo il 6% delle emissioni globali. La differenza è circa la stessa di un decennio di emissioni di combustibili fossili provenienti da Regno Unito, Germania, Francia e Canada messi insieme.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER