mercoledì 27 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Foggia Libera Foggia, Legambiente Puglia in piazza con Libera per dire no alla mafia

Un'immagine di una manifestazione di LiberaLegambiente Puglia dice no alla criminalità organizzata e aderisce alla marcia antimafia di Libera, in programma oggi 10 gennaio a Foggia. In tanti, insieme, per dire no a continue minacce e attentati e per affermare con forza i principi di legalità e giustizia. Alla violenza di matrice mafiosa, che segna il territorio dauno e che visto una forte recrudescenza a Foggia a inizio anno, l’associazione ambientalista risponde coesa con i suoi circoli per imprimere un segno di onestà, trasparenza, tolleranza e rispetto reciproco.

«Saremo con Libera contro la criminalità organizzata – dichiara Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – Ciascuno può essere esempio di onestà e giustizia ed è un dovere indignarsi e denunciare crimini e prevaricazioni. Il susseguirsi di ritorsioni a Foggia mostra ancora una volta la gravità del fenomeno mafioso, fortemente radicato e connesso a un disagio sociale profondo. Troppe volte innocenti si sono trovati nel posto sbagliato nel momento sbagliato e hanno pagato ciò con la vita. Combattere la mafia vuol dire impegnarsi nel quotidiano per una società legale e più giusta, dove libertà è sinonimo di partecipazione. Ciò chiama in causa l’intervento non solo delle autorità competenti, ma anche dei cittadini che devono mobilitarsi in tal senso». 

La manifestazione Foggia Libera Foggia prenderà il via alle ore 15.00. Il corteo – formato da forze studentesche, associazioni, enti e sindacati – partirà da Viale Candelaro e attraverserà le vie San Severo, Piazza Sant’Eligio, via della Repubblica e via Arpi, Piazza XX Settembre e Corso Cairoli, per concludersi in via Lanza.

«Davanti a questa violenza mafiosa, una cosa è certa bisogna schierarsi – è l’appello di don Luigi Ciotti – per non lasciare sole le vittime di questa violenza, per non lasciare soli i rappresentati dello Stato, le forze dell’ordine e la magistratura impegnati quotidianamente in operazioni importanti ed efficaci. Per non lasciare soli i cittadini. Bisogna schierarsi come cittadinanza responsabile e valorizzare il lavoro di resistenza delle tante realtà di quel territorio che provano a costruire percorsi di bellezza e di cambiamento».

 

Articoli correlati

Benessere animale, nasce la Coalizione contro le #BugieInEtichetta

Associazioni animaliste, ambientaliste e dei consumatori lanciano la nuova alleanza per fermare la nuova certificazione su base volontaria. Un inganno in piena regola per i cittadini beffati da un'etichetta che assicurerebbe una priorità d'accesso ai fondi PAC e PNRR a prodotti ottenuti in allevamenti intensivi

Tessuto riutilizzabile, dopo 75 cicli di lavaggio in discarica solo l’8% contro il 55% del monouso

Presentati a Ecomondo gli impatti ambientali ed economici dei prodotti ottenuti dalle analisi comparative LCA e LCC. Il tovagliato riutilizzabile impatta sull’effetto serra il 48% in meno del monouso

Parigi, 250 milioni di euro per il nuovo piano di piste ciclabili

Parcheggio facile e sicuro, attività di promozione, possibilità di muoversi liberamente anche nelle strade a senso unico. La capitale francese punta a diventare il paradiso dei ciclisti, con 130 nuovi chilometri riservati alle biciclette

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Benessere animale, nasce la Coalizione contro le #BugieInEtichetta

Associazioni animaliste, ambientaliste e dei consumatori lanciano la nuova alleanza per fermare la nuova certificazione su base volontaria. Un inganno in piena regola per i cittadini beffati da un'etichetta che assicurerebbe una priorità d'accesso ai fondi PAC e PNRR a prodotti ottenuti in allevamenti intensivi

Tessuto riutilizzabile, dopo 75 cicli di lavaggio in discarica solo l’8% contro il 55% del monouso

Presentati a Ecomondo gli impatti ambientali ed economici dei prodotti ottenuti dalle analisi comparative LCA e LCC. Il tovagliato riutilizzabile impatta sull’effetto serra il 48% in meno del monouso

Parigi, 250 milioni di euro per il nuovo piano di piste ciclabili

Parcheggio facile e sicuro, attività di promozione, possibilità di muoversi liberamente anche nelle strade a senso unico. La capitale francese punta a diventare il paradiso dei ciclisti, con 130 nuovi chilometri riservati alle biciclette

Diritti umani e dell’ambiente, dal non profit nasce la campagna “Impresa 2030”

Ben 16 milioni di persone sottoposte a forme moderne di schiavitù lungo le filiere produttive. Le organizzazioni di categoria propongono una norma di due diligence che imporrà alle imprese di adottare pratiche efficaci nel garantire il rispetto dei diritti umani e degli ecosistemi

Tutte le strade portano a Glasgow

Gli anni da qui al 2030 saranno cruciali per contenere l’aumento della temperatura media globale entro 1,5 °C. Ecco perché la Cop26 deve essere il vertice dell’azione per combattere la crisi climatica
Ridimensiona font
Contrasto