giovedì 23 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Mai più gabbie negli allevamenti, raggiunto un milione di firme

Stop gabbie Negli Allevamenti
Fonte: Compassion in world farming

L’Unione Europea è chiamata ad occuparsi della regolamentazione degli allevamenti che utilizzano gabbie per il contenimento degli animali. Con un lavoro di sensibilizzazione contro l’uso di tale pratica – considerata troppo intensiva e spesso legata ad acclarati casi di maltrattamento degli animali – è stato tagliato in questi giorni il traguardo del milione di firme raccolte a sostegno della Iniziativa dei cittadini europei (ICE) “End the Cage Age”, avviata per vietare le gabbie negli allevamenti. La campagna era stata avviata un anno fa quando 170 organizzazioni di protezione animale, ambientale e dei consumatori di tutta Europa hanno deciso di lanciare un’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) contro le gabbie, cioè una proposta alla Commissione europea perché presenti una legge in materia. Se l’Ice raccoglie almeno un milione di firme, la Commissione è tenuta a decidere quali provvedimenti adottare. #EndTheCageAge ha lo scopo di porre fine all’uso delle gabbie per gli animali negli allevamenti nella Ue. Sono oltre 300 milioni gli animali (scrofe, galline, conigli, anatre, quaglie e vitelli) che ogni anno in Europa vivono tutta o parte della loro vita in gabbia.

Per le 20 associazioni italiane (Animal Law, Animal aid, Animal Equality, CIWF Italia Onlus, Lega Nazionale Difesa del Cane, Legambiente, Amici della Terra, Il Fatto Alimentare, Terra Nuova, Slow Food, Confconsumatori, Lega per l’abolizione della caccia, Jane Goodall Institute, Terra! Onlus, Animalisti Italiani, ENPA, LAV, Partito animalista, LEIDAA, OIPA, LUMEN) che aderiscono all’iniziativa “quella di oggi è una pietra miliare per la protezione degli animali negli allevamenti”. Tuttavia, aggiungono, “la lotta per porre fine all’uso delle gabbie non è finita. Dobbiamo continuare a raccogliere firme per fare sì che il parlamento europeo capisca che sono tanti, tantissimi i cittadini europei che vogliono che tutti gli animali siano liberi di muoversi e non passino una vita di sofferenza dietro alle sbarre di una squallida gabbia”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto