giovedì 29 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Festival dei cammini di Francesco 2020

L’edizione 2020 del Festival dei Cammini di Francesco prenderà avvio venerdì 5 giugno 2020 con un evento online dal titolo “La cifra del tempo. Verso l’economia civile: una sfida necessaria”. L’evento organizzato dall’Associazione Progetto Valtiberina e Legambiente, in rete con il Festival dell’Economia Civile di Campi Bisenzio vedrà la partecipazione di: Stefano Zamagni (presidente della Pontificia Accademia delle scienze sociali), Enrico Fontana, (membro della segreteria nazionale e responsabile dell’Osservatorio Ambiente e Legalità di Legambiente), Fausto Ferruzza (presidente di Legambiente Toscana), Emiliano Fossi (Sindaco del Comune di Campi Bisenzio), Roberta Timpani (coordinatrice regionale di Toscana Circolare e civile di Legambiente), Andrea Campinoti (membro del tavolo economia civile di Empoli).

Il perdurare dell’emergenza connessa alla diffusione del Covid-19 e l’impossibilità di prevedere le tempistiche e le modalità con le quali le attività sociali, economiche, culturali ritorneranno progressivamente a regime hanno spinto Associazione Progetto Valtiberina a immaginare una modalità organizzativa alternativa a quella inizialmente pianificata ma non hanno sicuramente frenato la volontà progettuale che sta proseguendo con grande impegno anche in questo periodo di inevitabile distanziamento sociale.

Anzi, la crisi globale che stiamo vivendo evidenzia in modo ancora più drammatico le criticità dei vecchi sistemi sociali, relazionali, economici che – nonostante la loro inadeguatezza nel dare risposte eque alle sfide della contemporaneità – sono apparsi per lungo tempo ai più come paradigmi insostituibili. In questo panorama, risulta perciò ancora più urgente avviare percorsi di costruzione di nuovi modelli in cui le persone possano
partecipare attivamente alla realizzazione del bene comune da realizzarsi lungo tutte le direttrici in cui si declina il concetto di sostenibilità: ambientale, economica, sociale e culturale.

Il Festival dei cammini di Francesco 2020 verrà perciò realizzato anche – e soprattutto – perché ora più che mai è percepita l’esigenza di dialogare per immaginare insieme nuovi percorsi di crescita qualitativa dei territori e delle comunità.
Il Consiglio Direttivo lavora da mesi alla definizione contenutistica di questa quarta edizione del Festival. Un’edizione importante, per le tematiche trattate, per il livello contenutistico, per la platea degli ospiti coinvolti, con un programma esteso (si sarebbe passati dalle 3 alle 8 giornate) ed espanso nel territorio. Un Festival articolato ed eterogeneo, focalizzato però costantemente sul confronto e sulla condivisione di visioni, prospettive, domande. Tra queste, una su tutte: quale può essere il valore del ripercorrere le tracce di Francesco oggi, nel 2020, otto secoli più tardi?

La quarta edizione del Festival dei Cammini di Francesco nasce quindi dall’esigenza di condividere domande e di immaginare possibili risposte comuni, da sviluppare, discutere e diffondere. La volontà è quella di indagare il significato – nel 2020 – del termine responsabilità. La responsabilità di essere persone – uomini e donne – che rispondono in quanto cittadini, amministratori, imprenditori, genitori alle istanze che la contemporaneità ci propone. La responsabilità quindi come pratica quotidiana, possibilità per seguire oggi percorsi tracciati da Francesco secoli fa. La responsabilità come nuovo terreno di confronto per condividere approcci comuni nel seguire percorsi differenti.

Progetto Valtiberina rilancia quindi proponendo un Festival diffuso, espanso, sconnesso. Un Festival composto da una serie di episodi. Ciascun episodio declinerà tematicamente (con eventi e linguaggi eterogenei) alcune delle linee di sviluppo perseguite dall’Associazione Progetto Valtiberina: l’Economia civile come nuovo modello di sviluppo comunitario, i Cammini di Francesco e la valorizzazione culturale del territorio, il coinvolgimento della cittadinanza in percorsi di attivazione consapevole.

Un Festival espanso a livello temporale con più momenti sconnessi da realizzarsi sia online che, non appena sarà possibile, fisicamente in differenti luoghi della Valtiberina e non solo.
Questo nostro nuovo cammino prenderà, come detto, avvio venerdì 5 giugno 2020 e proseguirà con altri due eventi online, realizzati con cadenza settimanale: venerdì 12 giugno 2020 con “La rievoluzione civile” e venerdì 19 giugno con “Spazi urbani e prospettive di rinascita dei centri storici”.

Un ringraziamento particolare è dedicato a tutti coloro – amici e sostenitori, privati e aziende – che hanno confermato il loro supporto al Festival. In un momento come quello che stiamo vivendo, ciò rappresenta un segnale forte della crescente consapevolezza nelle varie componenti della società – a partire dal mondo delle imprese – dell’esigenza di avviare e consolidare percorsi condivisi orientati allo sviluppo sostenibile e qualitativo.
Il lavoro dietro le quinte qui brevemente anticipato e il relativo sviluppo contenutistico troveranno progressivamente una loro più ampia restituzione nel nuovo sito del Festival dei Cammini di Francesco (www.festivaldeicamminidifrancesco.it). Attraverso lo stesso sito saranno comunicati i nominativi di ospiti, relatori e artisti che ci accompagneranno in questo percorso così come i dettagli relativi a tempistiche e modalità di realizzazione dei singoli episodi del Festival.

Per maggiori informazioni

Pagina facebook: Festival dei Cammini di Francesco a Sansepolcro
Contattare la segreteria organizzativa e di coordinamento 392-406684
associazione@progettovaltiberina.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Roberto Danovaro: “Per vivere bene sul pianeta abbiamo bisogno dell’oceano sano”

Dal mensile. Professore di Biologia marina e presidente della Stazione zoologica “Anton Dohrn”, spiega perché è importante studiare i mari e quanto resta ancora da fare per tutelare quelli italiani

Scrigno d’acqua

Dal mensile. Biodiversità, cibo, energia, materie prime. I servizi ecosistemici che rendono possibile la vita sulla Terra possono nutrire l’economia del futuro. Se gli ecosistemi marini saranno ben tutelati
Ridimensiona font
Contrasto