venerdì 24 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Febbraio 2019

In Italia le automobili private sono 38 milioni e soddisfano ancora il 65,3% degli spostamenti quotidiani. Il risultato, che conosciamo bene “respirandolo” tutti i giorni, ha portato anche al deferimento del nostro Paese davanti alla Corte di giustizia europea per non aver fatto abbastanza per abbattere l’inquinamento atmosferico da pm10. Ma rovesciare la realtà e trasformare le aree urbane liberandole dallo smog si può, investendo in infrastrutture per biciclette e ciclologistica, in trasporto pubblico e aree pedonali. Cambiando la propria mobilità e, perché no, il proprio lavoro. Alle città senza smog è dedicata la storia di copertina di “Nuova Ecologia” di febbraio, con le storie di chi si reinventa una professione in sella alla bici – fattorini, librai, idraulici, ristoratori che hanno cambiato mezzo e dato qualità alle loro giornate – e dei cittadini che quotidianamente vanno al lavoro in bicicletta (897.000 nel 2017, erano 743.000 nel 2015). A loro andrebbero dedicate infrastrutture di qualità, come è stato fatto a Copenaghen e come si sta facendo Londra con il Cycling action plan del sindaco Sadiq Khan.

In questo numero del mensile di Legambiente troviamo anche un’inchiesta sulla “guerra di Jair Bolsonaro”, il nuovo presidente del Brasile, che dopo aver minacciato in campagna elettorale di “liberare il Paese dall’ambientalismo che lo soffoca” e di “aprire le riserve indigene allo sfruttamento commerciale” è passato ai fatti, esautorando appena entrato in carica la Fondazione nazionale dell’Indio. Con lui la lobby dell’agroindustria punta a sconfiggere il modello di estrazione sostenibile delle risorse dall’Amazzonia, spazzando via il sogno di Chico Mendes, assassinato poco più di trent’anni fa.

Con un’altra inchiesta, “Vite invisibili”, la rivista racconta le giornate e le condizioni di vita di uomini e donne migranti che lavorano nelle terre del caporalato a Castel Volturno, in provincia di Caserta, per poco più di 25 euro a giornata. Qui, tante realtà positive si battono quotidianamente per una città più inclusiva.

Nelle pagine della sezione dedicata alla divulgazione scientifica, “Gaia”, un servizio sul “rumore del mare”. Tra il 1950 e il 2000 l’inquinamento acustico al largo e sotto costa è cresciuto di circa 3 decibel ogni dieci anni. E nonostante l’Unione Europea lo abbia riconosciuto come fattore inquinante, molto resta ancora da fare sul piano normativo e della conoscenza del fenomeno.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Al via il Global Climate Strike, insieme per il clima e l’ambiente

Migliaia di giovani in piazza sull'onda lunga dei venerdì di Greta. E parte anche Puliamo il Mondo, che sostiene a gran voce i tanti ragazzi che in tutto il mondo scioperano per chiedere ai Grandi della Terra azioni concrete per il Pianeta

Forum Acque – Conferenza finale Progetto Life ESC VisPO

Al via la prima edizione del Forum Acque in Piemonte, momento di dialogo per affrontare le sfide del futuro, rappresentate dal cambiamento climatico e dalla pressione antropica sulla risorsa idrica

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto