martedì 21 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Febbraio 2018

Quella sciolta dal presidente Mattarella il 28 dicembre scorso è stata la legislatura “più pazza del mondo”. Una legislatura che è riuscita a dare all’ordinamento italiano alcune buone norme. Dalla legge sugli ecoreati a quella sui piccoli comuni, dalla finanza etica al green public procurement, passando per quelle che mirano a contrastare la dispersione della plastica nell’ambiente. E proprio alla XVII legislatura è dedicata la storia di copertina di Nuova Ecologia di febbraio, al suo record di norme ambientali di iniziativa parlamentare, alle sue pagine buie come la mancata approvazione della legge sulla cittadinanza. Il mensile di Legambiente presenta inoltre le proposte “verdi” delle forze politiche per le elezioni politiche del 4 marzo. Nella storia di copertina, “Cantiere Italia”, anche un’intervista a Rossella Muroni, l’ex presidente di Legambiente, oggi coordinatrice della campagna elettorale di “Liberi e uguali”.

“Scorie slow” è invece l’inchiesta del mensile di Legambiente sul decommissioning del nucleare italiano, che procede lentamente mentre i suoi costi lievitano. La Cnapi, la carta dei siti possibili per il deposito definitivo dei rifiuti radioattivi, rimasta a lungo segreta, dovrebbe diventare pubblica nelle prossime settimane. Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, ha infatti annunciato pochi giorni fa che sarà divulgata prima delle elezioni. L’eredità del nucleare resta una materia che scotta, nonostante siano passati più di trent’anni e ben venti governi dai quesiti referendari che nel 1987 bocciarono l’atomo.

Parte consistente del numero di febbraio della rivista, lo speciale “Cuore lucano”, frutto della XVI edizione del corso Euromediterraneo di giornalismo “Laura Conti”, organizzato da Legambiente in collaborazione con Nuova Ecologia e Regione Basilicata. Venti giovani giornalisti hanno messo in campo competenze e passione per raccontare una terra ricca di risorse e contraddizioni.

Chiude il mensile, nella sezione “Cultura”, un’intervista all’economista Emanuele Felice, autore del saggio “Storia economica della felicità”, che spiega il complesso rapporto tra sviluppo e benessere.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Clima, Draghi: “Italia determinata ad affrontare l’emergenza”

L'intervento al Climate moment a New York: "Dobbiamo agire subito o non rimarremo sotto l'incremento di 1,5 °C"

Clima, il rapporto del Cmcc indica il futuro dell’Italia tra eventi estremi e siccità

I dati del Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici: aumento delle temperature di 2-5 °C entro il 2050. Incremento del rischio idrogeologico e perdite fino all’8% del Pil pro capite con nuove differenze socio-economiche tra Nord e Sud / Leggi il rapporto del CMCC

Buco dell’ozono, ora supera le dimensioni dell’Antartide

I dati di Copernicus: "Nel 2021 il buco dell'ozono è cresciuto considerevolmente ed è ora più grande del 75% se comparato alla stessa fase della stagione del 1979"

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Parchi eolici italiani, online la prima guida turistica dedicata

Da Rivoli Veronese a Gibellina, undici gli impianti da scoprire con Legambiente attraverso una serie di itinerari tra percorsi ciclabili, borghi, arte e buona cucina diventati laboratori della transizione energetica

Commercio illegale di idrofluorocarburi, disponibile il rapporto ufficiale dell’Environmental Investigation Agency

I gas refrigeranti inquinano come emissioni di gas serra di più di 6,5 milioni di automobili in un anno. E la Romania rimane in silenzio

Attivismo giovanile, arriva lo Youth climate meeting Lazio

Appuntamento a sabato 18 settembre 2021, alle ore 16.00 presso il Parco della Garbatella a Roma

Punta Campanella, nate 82 tartarughe marine sulla spiaggia di Maiori

Con questa schiusa, la conta dei nidi di Caretta caretta in Campania sale a quota 52. Un anno da record storico

Youth climate meeting, il diario della terza edizione

Giustizia sociale, comunicazione digitale, mobilità sostenibile e lotta alle fonti fossili. Riuniti oltre 250 volontari di Legambiente
Ridimensiona font
Contrasto