mercoledì 1 Dicembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Fastweb punta l’obiettivo zero emissioni entro il 2030

Un piano ambizioso, disegnato con il supporto di AzzeroCO2 e Legambiente, e che contribuirà a far sì che l’azienda raggiunga gli ambiziosi obiettivi di sostenibilità prefissati per i prossimi anni. Coinvolgendo in questa impresa il proprio personale

Diventare Net Zero Carbon per tutte le emissioni di CO2 entro il 2030. È l’obiettivo che si pone Fastweb nell’ambito della sua strategia di contrasto ai cambiamenti climatici.   Fastweb ha già intrapreso un processo di compensazione delle emissioni legate all’erogazione dei servizi ai clienti. A partire dal 2025 compenserà anche le emissioni derivanti dall’utilizzo dei servizi da parte dei clienti.

Un piano ambizioso, disegnato con il supporto di AzzeroCO2 e Legambiente, che contribuirà a far sì che l’azienda raggiunga gli ambiziosi obiettivi di sostenibilità prefissati nei prossimi anni. Per centrare questo scopo sono stati selezionati progetti di compensazione delle  emissioni di riforestazione, valorizzazione ambientale e sviluppo di fonti rinnovabili in  Uganda, Brasile, India e Nicaragua. Per ciò che concerne l’Italia, Fastweb ha invece aderito a “Mosaico Verde”, la campagna nazionale di AzzeroCO2 e Legambiente a cui contribuisce con la messa a dimora di 9.000 alberi in tre anni, privilegiando le aree che necessitano di una riqualificazione. Entro quest’anno verranno realizzati interventi di forestazione a Milano, nell’area Porto di Mare‐Rogoredo, a Roma, nel Parco della Cellulosa, e a Bari, nel  Parco Urbano Asi, grazie anche al contributo dei dipendenti dell’azienda.

“L’ambizione che ci caratterizza e che ci ha consentito di mettere a segno 32 trimestri di crescita consecutivi ci spinge a fissare obiettivi altrettanto sfidanti sul fronte della lotta ai  cambiamenti climatici”, ha dichiarato Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb.  “L’impegno alla decarbonizzazione è decisivo per superare la crisi climatica –  afferma Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente – ed è urgente, come  stiamo ribadendo in tutte le iniziative verso la Cop 26 di Glasgow, che si passi subito dalle parole ai  fatti. In questa direzione anche le imprese possono fare molto, integrando gli  obiettivi climatici con la rigenerazione e la riqualificazione del nostro patrimonio ambientale e forestale. Come si farà con questo progetto”. “Per poter attuare una vera transizione ecologica che possa mettere un freno alla crisi climatica, il ruolo delle aziende è fondamentale ‐ ha  dichiarato Sandro Scollato, amministratore delegato  di  AzzeroCO2 ‐ Il percorso intrapreso da Fastweb e i progetti portati avanti insieme sono un esempio concreto di come le aziende oggi possano fare la propria parte nell’importante processo di attuazione degli obiettivi SDGs dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Transizione ecologica, con rinnovabili ed efficienza energetica 1,1 miliardi di risparmio in bolletta

I dati presentati al Forum QualEnergia 2021. Al 2030 previsti 170 mila nuovi posti di lavoro e 150 miliardi di investimenti. Legambiente: "Troppi ritardi ed ostacoli, serve un cambio di passo". Streaming del Forum l'1 e 2 dicembre sui siti dedicati / SCARICA LO STUDIO ELEMENS

FORUM QUALENERGIA 2021. LA DIRETTA

Dalle 10 in diretta streaming i lavori della prima giornata del Forum: “Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica”

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Forum QualEnergia 2021, appuntamento a Roma l’1 e 2 dicembre

A Roma Eventi in Piazza di Spagna due giornate di confronto e dibattito su "Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica". Il programma dei lavori

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

FORUM ECONOMIA CIRCOLARE TOSCANA

Dalle 9,00 la sesta edizione dell'Ecoforum Toscana. L'esperienza virtuosa di Prato circular city che ha come obiettivo l'accelerazione nella transizione ecologica della città. Innovazione e sostenibilità nella mission dei gestori, in attesa del nuovo Prb. Il racconto dai distretti (cartario, tessile, lapideo, vitivinicolo), le politiche per la riduzione degli sprechi, la gestione dei rifiuti urbani e l’analisi dei flussi sugli speciali
Ridimensiona font
Contrasto