Facciamo pace?

Torna a ottobre la Perugia-Assisi. A cento anni dalla fine della Grande guerra, a settanta dalla proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani, a cinquanta dalla scomparsa di Aldo Capitini. Gli organizzatori invitano tutti a mettersi “in cammino” già da ora per organizzare insieme una grande marcia

immagine di manifestanti alla Marcia per la pace

Oggi settanta milioni di donne, uomini, bambini e anziani sono in cammino alla ricerca di un posto dove riuscire a vivere in pace. Ma il problema della pace è anche nostro. Crisi economica, disoccupazione, cambiamenti climatici, violenza, razzismo, xenofobia, nazionalismi, aumento delle spese militari e corsa al riarmo nucleare ci stanno mettendo in serio pericolo. Per questo la Tavola della Pace invita tutti a mettersi in cammino alla ricerca della pace e a organizzare insieme una grande marcia della pace e della fraternità.

La Marcia si svolgerà domenica 7 ottobre, da Perugia ad Assisi, a cento anni dalla fine della prima guerra mondiale, a settanta dalla proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani, a cinquanta dalla scomparsa di una figura fondamentale come quella di Aldo Capitini. Tre anniversari, spiegano gli organizzatori della Marcia, che “ci aiutano a riflettere sui problemi della guerra e della pace, sui diritti umani e la nonviolenza, affrontando le sfide dei nostri giorni e del futuro con maggiore consapevolezza e determinazione a “fare pace”, qui e ora”.

L’obiettivo dell’iniziativa è “convocare tutti gli operatori di pace, valorizzare i percorsi, i programmi e i progetti di ciascuno, riunire le energie positive che ci sono dappertutto, radunare le forze sparse, le persone che in Italia, in Europa e nel mondo hanno deciso di non rassegnarsi, di assumere le proprie responsabilità”. Fare pace, continuano, “è difficile ma non impossibile. Facciamo dunque in modo che le nostre azioni individuali e collettive siano sempre più forti e contagiose. Organizziamo insieme la Marcia. E, il 7 ottobre, ritroviamoci in tanti, da Perugia ad Assisi, in cammino sulla via della pace!”.

Per adesioni e informazioni: www.perlapace.it