venerdì 24 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Clima, Londra bloccata dalle proteste di Extinction Rebellion

L'arresto di un attivista di Extinction Rebellion

Non accennano a rientrare le proteste in corso ormai da tre giorni nel cuore di Londra contro l’immobilismo della politica sui cambiamenti climatici. Le manifestazioni hanno avuto inizio il 15 aprile con un raduno organizzato da ‘Extinction Rebellion’, gruppo ambientalista radicale già noto per aver inscenato nelle settimane scorse lo striptease di una dozzina di attivisti nella Camera dei Comuni britannica. Dopo il raduno il gruppo ha deciso di rimanere in strada organizzando blocchi stradali e picchetti improvvisati e resistendo, fino a ieri sera, ai tentativi di sgombero della polizia. Sono oltre 290 gli arresti di attivisti da parte degli agenti di Scotland Yard secondo la Bbc.

Le ‘aree calde’ di Londra sono Marble Arch, Waterloo Bridge (dove 3 giovani attivisti nel pomeriggio si sono incatenati a un camion parcheggiato), Oxford Circus e Westminster, con conseguenze sul traffico e ingorghi a ripetizione. I dimostranti hanno preso di mira il trasporto pubblico, soprattutto bus e stazioni della metropolitana, causando disagi che hanno riguardato finora oltre 500.000 utenti. Non sono mancati momenti di alta tensione, come durante l’assalto all’ingresso della sede londinese del colosso petrolifero anglo-olandese Shell, mandato in frantumi ieri.

Extinction Rebellionù

Il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, ha espresso la propria solidarietà per “la passione ambientalista” dei dimostranti, ma ha condannato la strategia dei blocchi contro bus e metro, in quanto proprio il trasporto pubblico è essenziale per “ridurre l’inquinamento” e arginare alcune delle cause del surriscaldamento del clima.

Per ora però i manifestanti non sembrano intenzionati a fermarsi e hanno già annunciato che continueranno a protestare fino al 29 aprile, giorno in cui ci sarà una grande mobilitazione in contemporanea con altre manifestazioni annunciate in 80 città di 33 Paesi.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto