giovedì 20 Gennaio 2022

Acquista

Login

Registrati

Usa, dall’Epa fondi per aiutare le comunità colpite dalla crisi climatica

Dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti 50 milioni di dollari per sostenere le fasce della popolazione a basso reddito e minoritarie maggiormente esposte agli effetti dell’inquinamento e della pandemia da Covid-19. Previsti corsi di formazione professionale per i green jobs

L’Epa (Environmental protection agency) ha presentato il 25 giugno un piano di finanziamenti di 50 milioni di dollari per aiutare le comunità a basso reddito e di colore maggiormente esposte agli effetti dell’inquinamento, della crisi climatica e della pandemia da Covid-19. Si tratta della metà dei fondi stanziati dal Congresso americano per iniziative di giustizia ambientale nell’ambito del programma per l’emergenza sanitaria American Rescue Plan varato dall’Amministrazione Biden nel marzo scorso. Entro la fine dell’estate l’Epa dovrebbe comunicare come verrà spesa la seconda metà dei fondi.

Da primo afroamericano divenuto direttore dell’Epa, su nomina del presidente Joe Biden, Michael Regan aveva promesso al suo insediamento che avrebbe posto i temi della giustizia ambientale come prioritari nell’agenda dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti, in linea con quanto aveva già fatto da segretario del Dipartimento della qualità ambientale della Carolina del Nord dal 2017 al 2020. E così sta facendo.

La maggior parte di questa prima tranche di fondi, circa 16,6 milioni di dollari, verrà utilizzata per finanziare programmi di istruzione e sensibilizzazione sugli impatti dell’inquinamento sull’ambiente e sulla salute dei cittadini in stati, città, comunità indigene e territori e per la formazione professionale per i green jobs. Duecentomila dollari andranno a un programma chiamato “YH20”, il cui obiettivo è formare le persone affinché possano guadagnarsi un lavoro nel settore della gestione delle risorse idriche. Dal suo lancio nel 2015, questo programma ha formato quasi 100 persone di età compresa tra 18 e 24 anni. Più di 85 di queste oggi lavorano nel Dipartimento dei lavori pubblici di Baltimora. Sette milioni di dollari andranno invece al programma Diesel Emissions Reduction Act per finanziare l’acquisto di scuolabus elettrici, 5,1 milioni serviranno per avviare cause civili e penali contro le aziende che inquinano l’atmosfera e i bacini idrici e 5 milioni per bonificare siti produttivi dismessi.

Fondi aggiuntivi andranno a realtà come la Tohono O’odham Tribal Nation che in Arizona sviluppa piani di interventi per affrontare i problemi legati alla scarsa qualità dell’aria, l’Alabama Department of Environmental Management che si impegna per aumentare la consapevolezza sull’inquinamento atmosferico e sull’uso dei diserbanti, e la Los Angeles California Housing Authority per finanziare un programma pilota per la sensibilizzazione dei lavoratori sull’insorgere di malattie respiratore collegate direttamente allo svolgimento di determinate mansioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Rocco Bellantone
Classe 1983, nato a Reggio Calabria, cresciuto a Scilla sullo Stretto di Messina, residente a Roma. Giornalista professionista, mi occupo da anni di questioni africane e tematiche ambientali

Articoli correlati

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,812FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Ridimensiona font
Contrasto