giovedì 22 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Eolico, nel 2019 produzione in aumento del 19% rispetto al 2018

Nel 2019 il livello di produzione di energia eolica nel mondo è cresciuto di quasi un quinto rispetto al 2018. Un balzo in avanti rilevante, dovuto principalmente alla costruzione di nuovi impianti eolici off shore per una capacità totale di 6,1 Gw e all’aumento di impianti on shore sia negli Stati Uniti che in Cina.

Il dato è stato diffuso dal Global Wind Energy Council, citato dal Guardian. Rispetto al 2018 la crescita della capacità produttiva di energia eolica è stata di 60,4 Gw, ovvero il 19% in più. Un valore che fa del 2019 in assoluto uno degli anni più positivi per questo settore. Stati Uniti e Cina si confermano i due Paesi che stanno investendo maggiormente in nuovi impianti on shore, e ad oggi coprono quasi i due terzi della crescita globale del settore.

Questo trend positivo sarebbe dovuto migliorare ulteriormente nel 2020, fino a raggiungere una capacità di produzione di energia eolica pari a 76 Gw. Una previsione che nelle ultime settimana è stata però rivista al ribasso a causa dell’emergenza sanitaria del Coronavirus.

Eppure il Global Wind Energy Council è convinto che al netto del necessario blocco temporaneo della costruzione di nuove infrastrutture, comprese quelle per la produzione di energia pulita, la pandemia potrebbe rivelarsi uno spartiacque per lo sfruttamento delle risorse naturali del pianeta. Nelle ultime settimane vari autorevoli organi internazionali, compreso l’Unep (programma delle Nazioni Unite per l’ambiente), hanno dichiarato senza mezzi termini che questa pandemia è per molti aspetti una conseguenza diretta delle nostre attività umane. La speranza del Global Wind Energy Council è che questo messaggio venga recepito dalle principali potenze mondiali, chiamate ora più che mai a incentivare lo sviluppo delle varie fonti energetiche rinnovabili. In tal senso, una crescita dell’eolico al ritmo di 100 Gw all’anno rappresenterebbe un supporto fondamentale per centrare gli obiettivi fissati dagli accordi di Parigi sul clima. E dare finalmente un pò di respiro al nostro pianeta. 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

SOSTIENI IL MENSILE

Rocco Bellantone
Classe 1983, nato a Reggio Calabria, cresciuto a Scilla sullo Stretto di Messina, residente a Roma. Giornalista professionista, mi occupo da anni di questioni africane e tematiche ambientali

Articoli correlati

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

È un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

È un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano

Caccia: “Per la tortora selvatica la Calabria è l’unica salvezza”

A dirlo sono Legambiente, Lipu e Wwf: durante il tavolo tecnico della Conferenza Stato-Regioni si è discusso il piano nazionale di gestione. Solo l’assessore Sergio De Caprio, il capitano Ultimo, ha resistito alle pressioni delle associazioni venatorie

Addio al comandante Salvatore Barone presidente di Castalia

Ha creato un sistema di pronto intervento in caso di sversamento in mare pressoché unico nel Mediterraneo, in grado di confrontarsi con le nuove grandi sfide dell’inquinamento marino. Ci mancherà
Ridimensiona font
Contrasto