venerdì 23 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Energia, nuove soluzioni di accumulo elettrico per i porti

Firmato un accordo tra Falck Renewables – Next Solutions ed S.V. Port Service per gli hub di Savona e Vado Ligure. Un software avanzato di energy management system permetterà una migliore gestione dei carichi elettrici in consumo

Un accordo per l’analisi e il potenziale sviluppo di soluzioni di accumulo elettrico. A siglarlo sono state Falck Renewables – Next Solutions, divisione di Falck Renewables dedicata alla gestione dell’energia, e S.V. Port Service, società fornitrice di servizi nei porti di Savona e Vado Ligure che, in qualità di concessionario, ha in capo la gestione delle micro-reti elettriche nei due porti.

Il progetto prevede l’installazione di un sistema di storage in prossimità della stazione elettrica che alimenta la piattaforma logistica del porto, attraverso il quale è possibile partecipare ai mercati energetici ancillari. Il progetto prevede l’utilizzo di un software avanzato di Energy Management System per il Dsm (Demand Side Management) che permetterebbe una migliore gestione dei carichi elettrici in consumo.

La proposta, della durata di 10 anni e alla cui progettazione stanno lavorando diverse professionalità di Falck Renewables, prevede soluzioni in grado di potenziare l’offerta dei servizi di rete erogati dal sito e l’ottimizzare la relativa domanda energetica.

“Abbiamo trovato in S.V. Port Service un partner proattivo e consapevole del valore sperimentale della proposta. Si tratta di un progetto che può fare da apripista per lo sviluppo dei sistemi di storage nelle sedi portuali”, spiega Marco Cittadini, ad di Falck Renewables – Next Solutions. “Il progetto mette le fondamenta per creare una micro-rete nell’area, in grado di diventare soggetto attivo nell’erogazione di servizi di rete e nell’ottimizzazione della domanda energetica interna”.

L’iniziativa è perfettamente allineata ai traguardi previsti dal Piano nazionale integrato energia e clima (Pniec) per cui la produzione da fonti rinnovabili dovrà più che triplicare entro il 2030; per questo bisognerà stimolare la crescita dei sistemi di storage contribuendo così alla stabilità della rete, condizione necessaria anche per il raggiungimento degli obiettivi di transizione energetica previsti dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Il Regno Unito ridurrà le emissioni di CO2 entro il 2035

Il governo britannico fissa per legge l'obiettivo più ambizioso al mondo in materia di cambiamento climatico.  Johnson: "Vogliamo puntare in alto sulla tutela del clima"

Dubbi e criticità sul deposito nazionale rifiuti radioattivi

Dal rischio idrogeologico all’analisi del rischio di incidente rilevante fino alla conservazione delle aree protette: sono le prime anomalie riscontrate da Legambiente. "Un'opera necessaria che si potrà realizzare solo con un processo trasparente e il dibattito pubblico" Questo deposito s'ha da fare di F. DessìLeggi il numero di Nuova Ecologia "Uscita di sicurezza"

SCEGLI L’OLIO GIUSTO

DALLE 11,00 Presentazione dell'ebook "Scegli l'olio giusto. Come eliminare l'olio di palma dal serbatoio, e non solo". Scarica su store.lanuovaecologia.it

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Il Regno Unito ridurrà le emissioni di CO2 entro il 2035

Il governo britannico fissa per legge l'obiettivo più ambizioso al mondo in materia di cambiamento climatico.  Johnson: "Vogliamo puntare in alto sulla tutela del clima"

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo
Ridimensiona font
Contrasto