martedì 1 Dicembre 2020

Emergenza clima: ciclone in Zimbabwe e alluvione in Indonesia

Alluvione in Indonesia

Potrebbero essere oltre 100 le vittime di un ciclone e delle violentissime piogge che hanno colpito lo Zimbabwe, il Mozambico e il Malawi. Classificato a categoria 4. molte località sono state tagliate fuori, solo nella parte orientale del Zimbabwe si sono contate almeno 31 vittime. Due delle vittime erano studenti che sono morti a causa di una frana che si abbattuta contro il dormitorio di una scuola, con 50 ragazzi rimasti intrappolati nella sala della mensa, il cui muro è crollato. Il collegio è stato chiuso e l’esercito, che sta conducendo le operazioni di soccorso, è in azione per portare in salvo i circa 200 studenti. A quanto affermano le autorità di Harare, finora risultano disperse 71 persone, per cui il bilancio finale potrebbe essere molto più alto.

La tempesta ha danneggiato molte case e ha spazzato via i ponti nella provincia orientale di Manicaland, che confina con il Mozambico. Migliaia di persone sono state colpite da interruzioni di corrente e inondazioni. La situazione è drammatica. Joshua Sacco, un deputato nel distretto di Chimanimani, ha dichiarato all’Afp che mancano all’appello oltre 100 persone. Almeno 100 case sono state spazzate via nella cittadina di Ngangu. A quanto afferma l’emittente di Stato ZBC, i forti venti hanno divelto i tetti delle celle della prigione nella città meridionale di Masvingo.
 Il ciclone ha seminato la morte anche nel Mozambico centrale, dove le vittime sono almeno 19, mentre si registrano una settantina di feriti. In Malawi si parla di una cinquantina di vittime causate dal ciclone.

Intanto almeno 50 persone sono morte e altre 21 sono rimaste gravemente ferite nella provincia indonesiana di Papua, colpita da da piogge torrenziali che hanno provocato inondazioni.
Lo rende noto l’agenzia indonesiana per la gestione dei disastri Bnpb, citata dai media internazionali. Piogge torrenziali hanno provocato inondazioni improvvise e frane in Indonesia, nella provincia orientale di Papua, soprattutto nei villaggi di montagna. Il bilancio delle alluvioni parla di almeno 50 morti, una sessantina di feriti e oltre 4mila sfollati. Tra le vittime ci sarebbero anche dei bambini, morti annegati.

Le improvvise inondazioni hanno colpito in particolare la zona della capitale provinciale Jayapura, nell’area di Sentani. Almeno nove villaggi sono stati allagati. Il portavoce dell’Agenzia per la gestione dei disastri, Sutopo Purwo Nugr oho, ha spiegato che acqua alta e fango hanno travolto centinaia di case. Anche strade e ponti sono stati distrutti e questo rende ancora più difficoltosi i soccorsi.

 
Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Protetto: Dicembre 2020

SFOGLIA IL NUMERO   COMPRA UNA COPIA CARTACEA O SOTTOSCRIVI UN ABBONAMENTO GUARDA I NUMERI PRECEDENTI ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER  REGISTRATI SUL SITO

Dicembre 2020

SFOGLIA IL NUMERO LEGGI L'EDITORIALE DEL DIRETTORE FRANCESCO LOIACONO SOTTOSCRIVI UN ABBONAMENTO -- ACQUISTA UNA COPIA GUARDA I NUMERI PRECEDENTI  

Dissesto idrogeologico in Sardegna: manca un’efficace politica di prevenzione

Dopo i nubifragi, a Bitti (Nu) lunedì 30 novembre il summit dei massimi esponenti della categoria dei geologi

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,168FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Protetto: Dicembre 2020

SFOGLIA IL NUMERO   COMPRA UNA COPIA CARTACEA O SOTTOSCRIVI UN ABBONAMENTO GUARDA I NUMERI PRECEDENTI ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER  REGISTRATI SUL SITO

Dicembre 2020

SFOGLIA IL NUMERO LEGGI L'EDITORIALE DEL DIRETTORE FRANCESCO LOIACONO SOTTOSCRIVI UN ABBONAMENTO -- ACQUISTA UNA COPIA GUARDA I NUMERI PRECEDENTI  

Dissesto idrogeologico in Sardegna: manca un’efficace politica di prevenzione

Dopo i nubifragi, a Bitti (Nu) lunedì 30 novembre il summit dei massimi esponenti della categoria dei geologi

Presentazione della “Nuova Ecologia” di dicembre e della campagna “Unfakenews”

Appuntamento in diretta streaming lunedì 30 novembre alle ore 16:00, per parlare della campagna di Legambiente e “Nuova Ecologia” contro le bufale su ambiente e salute, delle 100 notizie verdi del 2020 e di molti altri contenuti

Coronavirus, a rischio la stagione sciistica. CIPRA: “Occasione per sviluppare un turismo invernale più sano”

La monocultura dello sci non è sostenibile e utilizza 100 milioni di denaro pubblico all'anno. Ma la Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi avverte: la montagna ha molto da offrire oltre alle piste