venerdì 23 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Biden mette la questione climatica al centro della campagna elettorale Usa

Incentivi a sostegno della transizione dallo sfruttamento di fonti fossili a quelle rinnovabili, più posti di lavoro nell’energia pulita e maggiore giustizia ambientale per le comunità che subiscono i danni causati dall’inquinamento e dai cambiamenti climatici. Joe Biden, candidato democratico alle prossime elezioni presidenziali in programma negli Stati Uniti il prossimo 3 novembre contro l’uscente Donald Trump, ha finalmente messo sul piatto della campagna elettorale americana la questione climatica. Lo ha fatto lo scorso 23 ottobre nel corso dell’ultimo dibattito con il candidato repubblicano, nel corso del quale Biden ha posto tra le priorità che si prefiggerà qualora dovesse essere nominato presidente una serie di azioni concrete per mitigare gli effetti del riscaldamento globale. Una mossa inedita per una campagna presidenziale negli Stati Uniti, accolta positivamente dalle associazioni ambientaliste americane, seppur con i dovuti distinguo.

“Le differenze tra Joe Biden e Donald Trump sul clima sono più ampie che su qualsiasi altra questione. Trump ha alimentato la crisi climatica in ogni momento, svendendo i lavoratori e le famiglie per lasciare che gli inquinatori delle corporation ci portino al caos”, ha dichiarato Ashley Thomson, climate campaigner di Greenpeace Usa. La quale ha però tenuto a sottolineare che se Biden sarà eletto, le aspettative nei confronti della sua amministrazione saranno alte. “Deve dimostrare di essere pronto ad andare oltre le false soluzioni e gli approcci a metà per affrontare l’ingiustizia sociale, ambientale ed economica alla radice. Il nostro movimento non si fermerà finché non avremo assicurato un Green New Deal e una transizione giusta per i lavoratori dei combustibili fossili. E sì, questo include la fine del fracking”, vale a dire la tecnica di estrazione di gas e petrolio distruttiva per l’ambiente che Trump ha incentivato in tutti i modi e che Biden ha detto di non voler abbandonare. Senza dimenticare che il Green new deal proposto dai democratici rimane comunque molto più tiepido rispetto a quello avanzato dall’ala sinistra del partito democratico tra i cui principali punti di riferimento c’è Bernie Sanders.

In attesa del voto del 3 novembre, ciò che è certo è che la sfida sul clima in questa campagna elettorale gioca al momento tutta a favore del candidato democratico. Sarà il voto a dire se gli americani sono pronti a cambiare presidente affinché la questione diventi realmente una priorità nell’agenda di governo del prossimo inquilino della Casa Bianca.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Caccia, le Regioni rifiutano la tutela per la tortora

Secca la reazioni delle associazioni ambientaliste al rifiuto delle Regioni di ogni tutela per la tortora: "Senza il Piano di gestione scatterà la moratoria completa"

Il Regno Unito ridurrà le emissioni di CO2 entro il 2035

Il governo britannico fissa per legge l'obiettivo più ambizioso al mondo in materia di cambiamento climatico.  Johnson: "Vogliamo puntare in alto sulla tutela del clima"

Dubbi e criticità sul deposito nazionale rifiuti radioattivi

Dal rischio idrogeologico all’analisi del rischio di incidente rilevante fino alla conservazione delle aree protette: sono le prime anomalie riscontrate da Legambiente. "Un'opera necessaria che si potrà realizzare solo con un processo trasparente e il dibattito pubblico" Questo deposito s'ha da fare di F. DessìLeggi il numero di Nuova Ecologia "Uscita di sicurezza"

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Caccia, le Regioni rifiutano la tutela per la tortora

Secca la reazioni delle associazioni ambientaliste al rifiuto delle Regioni di ogni tutela per la tortora: "Senza il Piano di gestione scatterà la moratoria completa"

Il Regno Unito ridurrà le emissioni di CO2 entro il 2035

Il governo britannico fissa per legge l'obiettivo più ambizioso al mondo in materia di cambiamento climatico.  Johnson: "Vogliamo puntare in alto sulla tutela del clima"

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc
Ridimensiona font
Contrasto