Efficienza energetica via Skype

“Walkit” è il primo servizio di consulenza a distanza per la riqualificazione della casa

Efficienza energetica Via Skype

Una videochiamata per tagliare i consumi energetici domestici e ridurre l’impatto ambientale della propria abitazione. L’idea è di due giovani ingegneri bresciani, sviluppatori di Walkit: il primo servizio smart in Italia di consulenza (a distanza) per la riqualificazione energetica della casa.
Walkit nasce dai dieci anni di esperienza nel settore dei suoi ideatori e da due considerazioni fondamentali. La prima riguarda il carattere frammentario e parziale delle informazioni tecniche da parte degli operatori del comparto. Fino a pochi mesi fa, infatti, le strade per dare un taglio ai consumi della propria abitazione erano rappresentate dalle proposte di questo o quel commerciante, dalla moda del momento o dai consigli del parente o dell’amico di turno. Un approccio tutt’altro che scientifico, che portava inevitabilmente a costosi interventi non prioritari, se non addirittura superflui. Sul fronte opposto, il percorso decisamente più scientifico della diagnosi energetica. Una strada più sicura, ma che comporta un investimento iniziale ingente e tempi di elaborazione più lunghi.
L’altra considerazione da cui prende forma Walkit riguarda lo sviluppo tecnologico degli strumenti di comunicazione. «Durante una chiamata Skype per risolvere un problema su un cantiere abbiamo capito che non è sempre necessario andare fisicamente in una casa per capire che problemi ha e come è possibile migliorarne l’efficienza energetica» racconta Isaac Scaramella, padre del progetto insieme ad Alessandro Fracassi. L’immediatezza di una videochiamata, unita all’esperienza pluriennale e a un database ricco di calcoli e diagnosi formulate sul campo, permettono infatti di elaborare, in sole 24 ore e a costo contenuto, il report di Walkit: un vero e proprio “piano d’azione” per la riqualificazione della casa, che guiderà in modo imparziale i proprietari.
Al cliente viene richiesta solo la compilazione di un breve questionario, la planimetria dell’immobile e un approccio interattivo durante la “visita virtuale” con smartphone o tablet. Visita che, non richiedendo alcun spostamento materiale, permette già un simbolico risparmio di CO2. «Non parliamo di un progetto di riqualificazione – ci tengono a puntualizzare i fondatori di Walkit – ma del primo passo necessario, a partire da un budget e da una scala di priorità, verso l’efficientamento. Per evitare di spendere inutilmente risorse in interventi incoerenti».l
info www.walk-it.it, Fb @walkit24