giovedì 22 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Efficienza energetica, un nuovo software individua gli sprechi

rinnovabili

Si chiama CloE, ovvero Cloud of Efficieny, ed è un nuovo software per l’efficienza energetica per il monitoraggio e l’analisi dei dati frutto dell’esperienza ventennale di Energy Team, una delle aree di business di Falck Renewables – Next Solutions.

La piattaforma CloE si affaccia sul mercato come lo strumento ideale per l’individuazione di eventuali sprechi e margini di ottimizzazione; utile strumento per le diverse figure aziendali, fornisce supporto per tutti gli aspetti legati a una gestione energetica ed ambientale sostenibile dell’azienda. CLoE entra con successo all’interno della famiglia dei servizi per l’efficienza energetica – con un occhio alla Data Science – offerti da Energy Team, che dal 1996 coniuga nei suoi prodotti, hardware e software, la sostenibilità economica con quella ambientale. 

“CloE è un software sviluppato dal nostro team di Ricerca e Sviluppo dopo 20 anni di esperienza sul campo”, sottolinea Luigi Galli, ad di Energy Team. “Conosciamo le esigenze dei nostri clienti perché comprendere ed elaborare dati energetici è nel nostro DNA. Crediamo che la piattaforma sia molto di più delle singole funzionalità tecniche, puntiamo ad offrire un servizio che supporti prima, durante e dopo l’utilizzo del software”.

“CloE incrementa la gamma di servizi per l’efficienza energetica, che partono dall’analisi delle necessità e delle performance del cliente, al monitoraggio, alla scelta della soluzione ottimale. Grazie all’integrazione dell’offerta di Falck Renewables – Next Solution (di cui Energy Team fa parte), siamo anche in grado di completare l’offerta, proponendo progetti di realizzazione impiantistica o riqualificazione energetica” spiega Marco Cittadini, presidente di Energy Team.

I clienti, principalmente industriali e del terziario, sia mono che multi-sito, possono beneficiare di CloE per una gestione progressivamente più approfondita delle informazioni. Il sistema, personalizzabile e flessibile, permette di visualizzare consumi, performance degli impianti approfondendo le analisi (anche grazie ad algoritmi evoluti), individuando inefficienze, effettuando benchmarking, supportando sistemi di gestione dell’energia ISO 50001 e rappresentando la base dati per le informazioni di sostenibilità.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

È un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

È un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano

Caccia: “Per la tortora selvatica la Calabria è l’unica salvezza”

A dirlo sono Legambiente, Lipu e Wwf: durante il tavolo tecnico della Conferenza Stato-Regioni si è discusso il piano nazionale di gestione. Solo l’assessore Sergio De Caprio, il capitano Ultimo, ha resistito alle pressioni delle associazioni venatorie

Addio al comandante Salvatore Barone presidente di Castalia

Ha creato un sistema di pronto intervento in caso di sversamento in mare pressoché unico nel Mediterraneo, in grado di confrontarsi con le nuove grandi sfide dell’inquinamento marino. Ci mancherà
Ridimensiona font
Contrasto