sabato 23 Gennaio 2021

Efficienza energetica, un nuovo software individua gli sprechi

rinnovabili

Si chiama CloE, ovvero Cloud of Efficieny, ed è un nuovo software per l’efficienza energetica per il monitoraggio e l’analisi dei dati frutto dell’esperienza ventennale di Energy Team, una delle aree di business di Falck Renewables – Next Solutions.

La piattaforma CloE si affaccia sul mercato come lo strumento ideale per l’individuazione di eventuali sprechi e margini di ottimizzazione; utile strumento per le diverse figure aziendali, fornisce supporto per tutti gli aspetti legati a una gestione energetica ed ambientale sostenibile dell’azienda. CLoE entra con successo all’interno della famiglia dei servizi per l’efficienza energetica – con un occhio alla Data Science – offerti da Energy Team, che dal 1996 coniuga nei suoi prodotti, hardware e software, la sostenibilità economica con quella ambientale. 

“CloE è un software sviluppato dal nostro team di Ricerca e Sviluppo dopo 20 anni di esperienza sul campo”, sottolinea Luigi Galli, ad di Energy Team. “Conosciamo le esigenze dei nostri clienti perché comprendere ed elaborare dati energetici è nel nostro DNA. Crediamo che la piattaforma sia molto di più delle singole funzionalità tecniche, puntiamo ad offrire un servizio che supporti prima, durante e dopo l’utilizzo del software”.

“CloE incrementa la gamma di servizi per l’efficienza energetica, che partono dall’analisi delle necessità e delle performance del cliente, al monitoraggio, alla scelta della soluzione ottimale. Grazie all’integrazione dell’offerta di Falck Renewables – Next Solution (di cui Energy Team fa parte), siamo anche in grado di completare l’offerta, proponendo progetti di realizzazione impiantistica o riqualificazione energetica” spiega Marco Cittadini, presidente di Energy Team.

I clienti, principalmente industriali e del terziario, sia mono che multi-sito, possono beneficiare di CloE per una gestione progressivamente più approfondita delle informazioni. Il sistema, personalizzabile e flessibile, permette di visualizzare consumi, performance degli impianti approfondendo le analisi (anche grazie ad algoritmi evoluti), individuando inefficienze, effettuando benchmarking, supportando sistemi di gestione dell’energia ISO 50001 e rappresentando la base dati per le informazioni di sostenibilità.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Sardegna da tutelare: firmato l’accordo tra la famiglia Abbado e Legambiente

Presentato oggi il progetto il cui obiettivo è promuovere programmi di tutela dell’ambiente e di ricerca nel terreno ad Alghero di Claudio Abbado, famoso direttore d’orchestra scomparso nel 2014. Un'area protetta negli anni per i suoi valori naturalistici

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia