domenica 24 Gennaio 2021

Educare alla cultura con la cultura

Educare alla cultura con la cultura è una delle sfide che abbiamo di fronte: rendere vivo ed attuale il nostro patrimonio culturale affinché i cittadini ne riattualizzino il ruolo identitario e lo rendano vivo e dinamico.

Con questo intento abbiamo organizzato un corso di formazione per docenti ed educatori, nello scenario storico artistico della chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, nel cuore del centro storico della città partenopea, bene culturale gestito da Legambiente Campania.
Il corso ha trattato i concetti strutturanti della questione beni culturali, dalla definizione di cultura a quella di patrimonio culturale, dai beni immateriali e librari alle politiche di salvaguardia e valorizzazione del sistema dei beni culturali italiani, dalla convenzione di Faro agli strumenti dinamici che favoriscono una relazione consapevole tra cittadini e patrimonio come gli ecomusei e i parchi letterari. É stato dato spazio ai laboratori e agli aspetti metodologici dell’educazione ai beni culturali,  per promuovere e condividere con i docenti e gli educatori di Legambiente, processi educativi che rendano protagonisti i ragazzi in quanto cittadini ed il loro territorio in quanto contesto strategico della loro formazione.
Un approccio che Legambiente ha sempre messo alla base della propria proposta educativa, per contribuire a cambiare il modo di imparare ed insegnare, rendendo la scuola un reale luogo in cui possa avvenire un cambiamento di mentalità, un luogo di esercizio di cittadinanza. 
Da qui, l’importanza di un dialogo continuo con il mondo della scuola, che ha nella formazione dei docenti uno strumento privilegiato che in questi ultimi due anni conosce una rinnovata centralità con il ritorno dell’obbligo della formazione e dell’aggiornamento per i docenti, che oggi possono disporre di un piattaforma unica, SOFIA, in cui possono trovare  l’offerta formativa a loro disposizione e all’interno della quale Legambiente scuola e formazione e’ soggetto accreditato: un importante strumento per costruire un’alleanza culturale con un targat sociale strategico per il cambiamento della società in chiave sostenibile, come quello dei docenti e degli educatori.
Vanessa Pallucchihttps://www.lanuovaecologia.it
Presidente nazionale di Legambiente Scuola e Formazione e vicepresidente nazionale di Legambiente

Articoli correlati

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Sardegna da tutelare: firmato l’accordo tra la famiglia Abbado e Legambiente

Presentato oggi il progetto il cui obiettivo è promuovere programmi di tutela dell’ambiente e di ricerca nel terreno ad Alghero di Claudio Abbado, famoso direttore d’orchestra scomparso nel 2014. Un'area protetta negli anni per i suoi valori naturalistici

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia