Auto, al via ecotassa ed ecobonus 2019

I nuovi veicoli che emettono più di 160 grammi di CO2/km dovranno pagare un importo che oscilla da 1.100 a 2.500 euro. Verrà premiato, invece, chi acquista una vettura con emissioni fino a 70 grammi per chilometro ICONA recensioni Lo scontro al ministero dell’Ambiente

L'immagine di auto inquinanti

In attesa dei decreti attuativi, sono stati definiti l’ecotassa e l’ecobonus per i veicoli di nuova immatricolazione. Le nuove auto che emettono più di 160 grammi di CO2/km dovranno pagare un importo che oscilla da 1.100 a 2.500 euro sulla base di quattro scaglioni: da 161 a 175 g/km 1.100 euro; da 176 a 200 1.600 euro; da 201 a 250 2.000 euro; da oltre 250 g/km 2.500 euro. Il pagamento dovrà avvenire tramite il modello F24, con lo specifico codice tributo ‘3500’.

L’imposta interessa solo le auto acquistate e immatricolate da oggi fino al 31 dicembre 2021. Non è dunque applicata ai veicoli per uso speciale come camper, veicoli blindati, ambulanze, veicoli con accesso per sedia a rotelle.

L’ecobonus premierà invece chi acquista una vettura con emissioni fino a 70 grammi per chilometro. In questo caso gli scaglioni di emissioni sono due: da 0 a 20 grammi di CO2 per chilometro e da 20 a 70. In caso di contestuale rottamazione di un veicolo, l’ecobonus è pari a 6.000 euro per la prima fascia, e a 2.500 per la seconda. In assenza di rottamazione i due importi scendono rispettivamente a 4.000 e 1.500 euro.