venerdì 23 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Viaggio in Italia: l’economia civile e circolare si racconta

di NOEMI ZURLO

Le finestre cementate e le facciate danneggiate raccontano bene l’abbandono dello stabile
che si trova nel III Municipio di Roma. Negli anni ha ospitato, tra gli altri, l’istituto
Farmacologico Italiano, la storica fabbrica di televisori Autovox e l’Ente Nazionale Cellulosa
e Carta. Nel 2006 è caduto in disuso e si è trasformato in ghetto per rom e migranti nell’era di mafia capitale. È qui che lo scorso anno è nato CityLab 971, progetto di rigenerazione urbana che, al suo interno, ospita uno dei Ri-Hub romani, poli territoriali del progetto ECCO – Economie Circolari di COmunità. Un luogo scelto dal circolo romano Legambiente Mondi Possibili anche per la prossimità con uno dei simboli dell’emergenza rifiuti a Roma: il TMB Salario, impianto di trattamento per anni oggetto di battaglie di comitati e associazioni, fino alla chiusura definitiva avvenuta per un incendio nel 2018.

Qui il Ri-Hub, inaugurato a gennaio, ha programmato attività per bambini e famiglie, tra cui
eco-feste ed eco-compleanni con animazione a sfondo ambientale, stoviglie riutilizzabili,
materiali di recupero per giochi, cibo bio e allestimenti green in grado di veicolare messaggi
virtuosi divertendosi.  “Dalla mappatura condotta prima della nascita dell’Hub era emersa la necessità di costruire nel territorio uno spazio di contatto e di relazione, per accogliere famiglie, iniziative di associazioni, eventi e formazione d’impresa”, racconta Matteo Archilletti, responsabile dei Ri-hub romani.

Quello di via Salaria non è l’unico polo attivato. Nel lato opposto della città, più precisamente nell’XI Municipio, poco distante da un altro simbolo dell’emergenza rifiuti, l’impianto di Malagrotta, si trova la Città dei Ragazzi, vero e proprio borgo nato negli anni ‘50 per accogliere giovani in difficoltà, dove ECCO ha messo radici. “In questo secondo polo territoriale, le attività sono realizzate in collaborazione con la Cooperativa ‘Percorsi di cittadinanza’ che lavora sullo sviluppo personale e sociale dei minori. Sono volte, oltre al rafforzamento delle relazioni con il territorio circostante, ad attivare processi circolari e di cittadinanza attiva” commenta Archilletti.

“A causa dell’emergenza Coronavirus, abbiamo deciso di trasformare alcune delle attività
pianificate in rubriche e iniziative online, per non perdere l’occasione di incontro e confronto
con associazioni e cittadini. Nasce così l’idea della Rubrica Circolare: un podcast per invitare a conoscere l’economia circolare con un linguaggio semplice e, ci auguriamo, efficace”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Caccia, le Regioni rifiutano la tutela per la tortora

Secca la reazioni delle associazioni ambientaliste al rifiuto delle Regioni di ogni tutela per la tortora: "Senza il Piano di gestione scatterà la moratoria completa"

Il Regno Unito ridurrà le emissioni di CO2 entro il 2035

Il governo britannico fissa per legge l'obiettivo più ambizioso al mondo in materia di cambiamento climatico.  Johnson: "Vogliamo puntare in alto sulla tutela del clima"

Dubbi e criticità sul deposito nazionale rifiuti radioattivi

Dal rischio idrogeologico all’analisi del rischio di incidente rilevante fino alla conservazione delle aree protette: sono le prime anomalie riscontrate da Legambiente. "Un'opera necessaria che si potrà realizzare solo con un processo trasparente e il dibattito pubblico" Questo deposito s'ha da fare di F. DessìLeggi il numero di Nuova Ecologia "Uscita di sicurezza"

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Caccia, le Regioni rifiutano la tutela per la tortora

Secca la reazioni delle associazioni ambientaliste al rifiuto delle Regioni di ogni tutela per la tortora: "Senza il Piano di gestione scatterà la moratoria completa"

Il Regno Unito ridurrà le emissioni di CO2 entro il 2035

Il governo britannico fissa per legge l'obiettivo più ambizioso al mondo in materia di cambiamento climatico.  Johnson: "Vogliamo puntare in alto sulla tutela del clima"

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc
Ridimensiona font
Contrasto